Goldberg chiede a gran voce un ultimo match, ma la WWE non ha piani

Dopo aver ascoltato Da Man su un possibile match di ritiro, sembra che in WWE non ci siano piani in vista per lui di nessun tipo

by Roberto Trenta
SHARE
Goldberg chiede a gran voce un ultimo match, ma la WWE non ha piani
© WWE YouTube / Fair Use

Una delle leggende della WWE che fino a qualche anno fa ha calcato i ring della compagnia dei McMahon è Bill Goldberg, ex atleta della WCW, conosciuto in tutto il mondo per la sua grinta ed il suo stile di lotta veramente irrefrenabili, con il possente atleta che ha sempre devastato ogni singolo avversario che gli si presentasse davanti, su ogni ring che ha calcato.

Negli ultimi anni, Goldberg ha lavorato come part-timer per la WWE, presentandosi in molti ppv importanti della compagnia, come WrestleMania, SummerSlam o un po' tutti gli eventi tenuti in Arabia dalla WWE. Nell'ultimo periodo, però, ovvero dalla scadenza del suo contratto con la WWE, di Goldberg non c'è stata più alcuna traccia, con la WWE che sembrerebbe non avere più nessun piano per lui. Come confermato nelle ultime ore dalle pagine di Ringside News, dagli ambienti interni della WWE arriva la conferma che non ci sono più piani di nessun tipo per il ritorno di Da Man sui ring della compagnia dopo l'uscita di scena di Vince McMahon.

A quanto pare, l'unico che voleva a gran voce le prestazioni di Da Man sui ring della compagnia di Stamford era infatti il vecchio Chairman, ormai sostituito da Triple H nella parte creativa dell'azienda e dalla TKO Group nella leadership della federazione.

Goldberg e la richiesta del suo ultimo match

D'altro canto, però, lo stesso Goldberg starebbe urlando da mesi di volere un ultimo match per il suo ritiro, cosa che a quanto pare Vince McMahon gli aveva promesso, ma che alla fine non ha mantenuto.

Nella sua ultima intervista rilasciata qualche settimana fa, il WWE Hall of Famer aveva infatti tuonato:

"Io ho fatto di tutto per lui (Vince McMahon ndr), fino a quando siamo andati in Arabia Saudita e mi ha chiesto di mandare over Roman Reigns ed io avevo il covid. Ricordo di averlo chiamato da casa mia e di avergli detto 'Ascolta, questo è il problema. Farò questa cosa per te se mi dai un match di ritiro'. Poi ho fatto quello che mi ha chiesto. Come performer, avevo 56 anni. Come essere umano, tu sei coscienzioso in merito a come appari, specialmente se due mesi prima sei stato abbattuto per colpa del covid e hai lavorato male. Mi sono messo in una situazione di me**a per fare quello che voleva, per saziarlo, per dargli tutto ciò che voleva".

Goldberg
SHARE