The Undertaker torna a farsi vedere in pubblico: al suo fianco altre WWE Superstars



by RACHELE GAGLIARDI

The Undertaker torna a farsi vedere in pubblico: al suo fianco altre WWE Superstars
© WWE Twitter/ Fair Use

The Undertaker, Jade Cargill, Drew McIntyre, Sheamus e altri hanno rappresentato la WWE al Big 12 Championship Game di sabato 2 dicembre, poiché la compagnia di Stamford ha fatto da sponsor della partita di campionato tra Oklahoma State e University of Texas. A vincere la partita è stata la seconda con un punteggio finale di 49-21.

Le Superstars però non se ne sono state affatto con le mani in tasca, infatti The Undertaker ad esempio ha premiato Quinn Evers, il quarterback della University Of Texas con una cintura personalizzata della WWE in quanto il ragazzo è stato considerato il Most Outstanding Player della partita.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da WWE (@wwe)

Inoltre, durante la partita, come spesso capita in questi casi, c’è stata una pausa a metà evento dove si è esibito il cantante/rapper Nelly, che subito dopo l’esibizione e la fine della partita, ha ricevuto un WWE Universal Championship direttamente da Jade Cargill, in un momento molto bello fatto di sorrisi e risate.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da WWE (@wwe)

Il ritiro del Becchino

Parlando con Alistair McGeorge di Metro, Undertaker ha spiegato quando ha realizzato che fosse il momento di dire addio alla disciplina, ovvero nella prima ora di registrazione del Boneyard Match, precisando che anche se il suo cuore gli diceva di andare avanti, la sua mente si è opposta: "Nel mio cuore, non ero pronto a farlo, ma nella mia mente sapevo che dovevo farlo. È stata una transizione difficile perché se potessi fisicamente, lo farei comunque. Ma non posso organizzare un incontro come la gente si aspetta di vedere The Undertaker. 

Non ha senso macchiare l'eredità, o incassare il capitale che ho accumulato. La mia schiena è completamente bloccata, ho un dolore che mi abbatte le gambe. È stato allora che ho capito che avevo finito. È stato fisico, abbiamo fatto davvero grandi acrobazie, ma non non mi sarei dovuto sentire nel modo in cui mi sono sentito. È stato solo quel momento [che ha fatto] chiarezza."

The Undertaker