CM Punk, ritorno a casa ma la WWE si premunisce: spunta clausola comportamentale?



by MARCO ENZO VENTURINI

CM Punk, ritorno a casa ma la WWE si premunisce: spunta clausola comportamentale?
© WWE YouTube / Fair Use

CM Punk è tornato all'ovile alle Survivor Series, e con la puntata di Monday Night Raw andata in onda lo scorso lunedì si è definitivamente concretizzato il suo attesissimo ritorno in WWE. Il suo nuovo contratto tecnicamente è stato firmato sabato, e anche se si dice che le cose dietro le quinte con lui siano andate alla grande, a quanto pare la compagnia di Stamford sta adottando misure per assicurarsi che le cose rimangano così.

Come avete già potuto leggere sulle nostre pagine, CM Punk è stato definito "di ottimo umore" nel backstage di Monday Night Raw a Nashville, tanto da essersi personalmente impegnato al massimo delle proprie forze per parlare con il più alto numero di persone possibili dietro le quinte dello show. Ma non solo i ben informati hanno garantito che si sia comportato al meglio: vale anche la pena notare che lo Straight Edge ha fatto di tutto per trascorrere il più alto tempo possibile con i fan a bordo ring prima di lasciare la scena. Addirittura si dice sia rimasto nell'area delle prime file talmente a lungo che la maggior parte dell'arena si era già svuotata quando è arrivato sul retro.

Cosa ha preteso la WWE nel contratto di CM Punk

Tutto questo, oltre che per il suo entusiasmo difficilmente nascosto durante il suo promo, è avvenuto per un motivo ben preciso. Almeno secondo ciò che ha riferito 'Fightful Select', che a sua volta lo ha appreso da alcune fonti interne alla WWE. Tali persone sostengono che i piani alti di Stamford hanno dato loro la comunicazione che il contratto di CM Punk prevede tra le altre cose una clausola comportamentale.

In altre parole: la dirigenza di Stamford ha permesso a CM Punk di "tornare a casa", a condizione di comportarsi in un certo modo e soprattutto evitare i suoi proverbiali eccessi. Ciò ha senso, dal momento che il Second City Saint si è pesantemente scontrato con il management della WWE durante la sua ultima esperienza in federazione. Inoltre, non si possono dimenticare i suoi profondissimi problemi nel backstage della AEW con Young Bucks, Kenny Omega, Jack Perry, Tony Khan e altri nomi di spicco della compagnia.

Che il clima sia al momento completamente sereno, però, lo dimostra anche un altro aspetto. Come noto, infatti, il promo di CM Punk a Raw è stato tagliato a causa di problemi di tempo: ebbene, 'Fightful' ha riferito che nonostante questo la situazione è rimasta assolutamente sotto controllo, a fine show l'entusiasmo era generale e lo stesso CM Punk non ha sollevato problemi a riguardo. Un ottimo punto di partenza, per una compagnia che ha rimesso sotto contratto un atleta tanto amato dal pubblico quanto noto per il proprio caratteraccio.

Cm Punk