Mick Foley zittisce i detrattori di John Cena: "Raccomandato? Ecco i dati"

L'ex GM di Raw ha rivelato come riuscì a lasciare senza parole chi contestava il sedici volte campione del mondo su Twitter.

by Marco Enzo Venturini
SHARE
Mick Foley zittisce i detrattori di John Cena: "Raccomandato? Ecco i dati"

John Cena bullo della WWE, John Cena lottatore incapace che ha ottenuto buona parte dei suoi successi di questi anni grazie a raccomandazioni di vario livello, ottenute in virtù dei suoi ottimi rapporti con la dirigenza di Stamford e ad un atteggiamento autoritario nello spogliatoio.

Atteggiamento che ha impedito a diverse giovani star di emergere prendendo il suo posto ai vertici della federazione.

Questa è una tiritera che sentiamo ripetere da anni e che The Miz ha anche portato on screen nella faida attualmente in corso contro il sedici volte campione del mondo.

Ma ci ha pensato Mick Foley a prendere le difese del bostoniano parlando di lui nel corso dell'ultima edizione di 'Talk is Jericho', il podcast tenuto da Y2J.

"A mio giudizio John Cena è uno dei più bravi nell'ambiente quando si tratta di parlare al microfono - ha esordito l'ormai ex General Manager di Raw -.

Questa è la verità, anche se molti non vogliono ammetterla. Anni fa ho avuto una prova del risentimento nei confronti di John Cena da parte della gente. E parlo di risentimento vero. All'epoca non avevo nulla a che fare con la WWE, mi trovavo in Florida e lavoravo per la TNA.

Ebbi modo di vedere una puntata di Monday Night Raw, in cui Cena aveva parlato al microfono. All'epoca su Twitter avevo circa diecimila followers e scrissi che John aveva fatto davvero un bel promo e che pensavo molte più persone dovessero ammettere le sue capacità".

A quel punto successe qualcosa che l'Hardcore Legend non aveva previsto: "Ricevetti 600 commenti nell'arco di pochi minuti.

E intendo uno, massimo due minuti. Mia figlia disse che non era possibile, ma successe davvero. Moltissimi di questi erano negativi, e a quelle persone proposi una sfida. Chiesi loro di trovare un brutto pay-per-view di John Cena.

Tutti risposero citando lo stesso, ma feci loro notare che una sola eccezione non fa altro che confermare la regola. Poi in tanti mi dissero che Cena era diventato grande solo grazie ai suoi avversari, che gli avevano permesso di costruirsi il suo personaggio.

Ma a queste persone chiesi se era possibile che John avesse avuto solo avversari formidabili per ogni mese della sua carriera e per otto anni di fila. Non risposero".

Mick Foley John Cena Raw
SHARE