Triple H confessa emozionato: “Lavorare per la Endeavor è su un altro livello



by RACHELE GAGLIARDI

Triple H confessa emozionato: “Lavorare per la Endeavor è su un altro livello
© TKO/Fair Use

Triple H ha assunto il ruolo di leader creativo in WWE a metà 2022 dopo che Vince McMahon aveva dato le dimissioni dalla sua posizione di CEO della WWE a causa di alcune accuse pesanti a proprio carico. La leggenda infatti, ha portato avanti tutto il lavoro con il solido team dietro le quinte della compagnia di Stamford, conquistando anche i piani alti della Endeavor, società che ha comprato la WWE ufficialmente a settembre 2023 per fonderla con la UFC sotto il marchio TKO, anche se le due realtà rimangono separate per quanto riguarda gli show e tutto il resto.

Intervistato dal noto Justin Barrasso di Sports Illustrated, Triple H ha commentato in modo ben chiaro questa fusione, dicendo: "Non so dirti quanto io sia entusista. Lavorare con la Endeavor è su un altro livello. Fanno muovere velocemente tutto quello che toccano, cose che se stai cercando di costruire da solo, ti ci vuole un decennio. Per noi, ora, sposta velocemente tutto quello che stiamo facendo. Endeavor, UFC, sono i migliori nel settore in quello che fanno. Mettono le cose su un diverso livello di professionalità, e ci inseriamo perfettamente in questo. Il futuro è così luminoso grazie alle opportunità che Endeavor ci offrirà e alle sinergie che ci sono. Porteremo la cosa a un nuovo livello.”

Una bellissima “promozione” per il King Of Kings

Ormai Vince McMahon non ha più potere creativo in WWE, è tutto tra le mani di Triple H, e a riportarlo era proprio stato lo stesso Justin Barrasso di Sports Illustrated qualche settimana fa, come riportato sulle nostre pagine, rivelando chi ha deciso di affidare il compito all’ex campione mondiale WWE:

“Molteplici contatti all'interno della WWE e UFC hanno confermato che Ari Emanuel, che esercita il potere come CEO Endeavor, è colui responsabile di questo cambiamento. Emanuel è stato a lungo un convinto sostenitore che, affinché un'organizzazione sia il più efficace possibile, le persone devono fare il lavoro che gli viene assegnato. In questo caso, questo approccio ha permesso a Levesque di esercitare la sua piena influenza nella sfera creativa dell’azienda."

Triple H