Tornano i cori per CM Punk a Monday Night Raw questa notte

Durante un match tra giapponesi, emerge dal pubblico della serata un sonoro coro pro-Punk dopo il licenziamento dalla AEW

by Roberto Trenta
SHARE
Tornano i cori per CM Punk a Monday Night Raw questa notte
© AEW Twitter/Fair Use

Nelle ultime settimane non si è parlato di altro se non di CM Punk e del possibile ritorno per lui in WWE, dopo anni di allontanamento volontario dalla compagnia dei McMahon, per via del brutto modo in cui le due parti si sono lasciate, ormai svariati anni fa. Dopo averne detto di cotte e di crude sulla dirigenza della WWE e dopo aver addirittura denunciato lo staff medico della federazione, CM Punk era tornato a fare quello che fa meglio, il wrestler, sui ring della rivale All Elite Wrestling, dalla quale è stato però licenziato qualche settimana fa.

Dopo aver scatenato un'altra rissa nel backstage ed aver messo in pericolo l'incolumità degli addetti ai lavori, Tony Khan ha deciso di licenziare il suo ex campione mondiale, rendendolo di fatto un free agent. Nelle ultime settimane, il volto di Punk si è quindi avvicinato sempre di più alla WWE, con diversi indizi che sono stati però riportati dalla stessa compagnia dei McMahon in varie puntate di Raw.
Anche questa notte, nell'ultimo episodio dello show rosso, abbiamo sentito parecchio la presenza del Second City Savior, quando sul ring c'erano Shinsuke Nakamura e Akira Tozawa, impegnati in un match ed il pubblico ha iniziato a gridare cori pro-Punk, dagli spalti, i quali si sono sentiti molto bene anche durante la puntata, dalla tv.

In molti, sono convinti che alle prossime Survivor Series, il 25 Novembre da Chicago, il volto di Punk riapparirà sui teleschermi della WWE, con i fan che sicuramente amerebbero questo avvenimento.

La WWE continua con gli indizi verso CM Punk a Raw

Nel corso della puntata di Raw della scorsa settimana, sono stati ben tre i riferimenti al "Best in the World": l'intero promo di Shinsuke Nakamura richiamava la theme song Cult of Personality e Becky Lynch ha usato l'espressione "I am the catalyst for a change", più volte utilizzata da Punk in passato.

Ma l'indizio più grande è arrivato da Seth "Freakin" Rollins che, durante il suo promo contro Drew McIntyre, ha usato l'espressione "Cry me a river" (chiaro riferimento a quanto detto da Jack Perry in quel di All In e alla rissa nel backstage proprio con Punk).

Non ci resta che attendere sabato 25 novembre, data in cui la WWE trasmetterà l'edizione 2023 di Survivor Series in diretta da Chicago, per capire se l'ex campione tornerà o meno "a casa".

Cm Punk Monday Night Raw
SHARE