Erick Rowan: "Bray Wyatt voleva farmi riunire con lui nella Wyatt Family"



by ROBERTO TRENTA

Erick Rowan: "Bray Wyatt voleva farmi riunire con lui nella Wyatt Family"
© YouTube WWE/ Fair Use

Una delle notizie più tragiche che ha scosso i fan del WWE Universe negli ultimi mesi, è stata sicuramente la morte decisamente prematura di Bray Wyatt, atleta della WWE morto aa nemmeno 40 anni, per un arresto cardiaco dovuto alle complicanze del covid, malattia che ha letteralmente messo in ginocchio il mondo intero negli ultimi anni.

Anche Bray Wyatt, muore così giovanissimo, come purtroppo era già successo qualche anno fa al suo amico fraterno Luke Harper, quando l'atleta era già sotto contratto con la All Elite Wrestling. L'unico atleta ad essere rimasto in vista della formazione originale della Wyatt Family, prima che nella stable ci approdasse anche Braun Strowman, è Erick Rowan.
Nella sua ultima intervista rilasciata ai microfoni di Insight di Chris Van Vliet, Erick Rowan ha voluto parlare degli ultimi progetti di Bray Wyatt e di come il vecchio leader della stable avesse voluto una reunion anche con lui, per riportare in scena in WWE la squadra.

In merito a questo argomento, Rowan ha detto:

"Windham mi ha parlato perché voleva coinvolgermi. Ma sapete, è tutto una questione di tempistiche e posti e storia e quello che funziona per la compagnia, sapete, non è una decisione individuale. Quindi, si, abbiamo avuto delle conversazioni in merito a delle cose che avremmo voluto fare nel futuro, ma sapete, la vita va per la sua strada e le cose accadono e sfortunatamente delle volte accadono delle cose molto importanti nella vita, a cui non puoi porre rimedio, cose che non sono gestibili come il wrestling".

La WWE aveva anche dei piani per Wyatt e Karrion Kross a WrestleMania?

Nella sua ultima intervista rilasciata sempre ai microfoni di Chris Van Vliet e riportata anche in parte sulle pagine di Ringside News, lo stesso Karrion Kross ha voluto rivelare:

"Così alla fine andammo avanti. Non ne ho mai parlato con nessuno se non con mia moglie di questa cosa. Siamo andati avanti, ma in realtà avremmo dovuto lavorare insieme all'ultima WrestleMania. Nessuno lo sapeva eccetto una manciata di writers ed alcune persone in ufficio. (l'intervistatore chiede se si sta parlando di WrestleMania 39 ndr) Sì. Dovevamo fare qualcosa. E ne abbiamo parlato per ore in merito a cosa volevamo fare, cosa avremmo voluto portare alle persone e cosa avevamo bisogno di fargli vedere.
Avevamo delle idee anche per coinvolgere Alexa e Bo e Scarlett. Sapete, poi è successo tutto ed è finito nel modo che sappiamo. Ma lui ha lasciato il segno su tutti, su ognuno di noi che lo ha conosciuto. Ed è veramente strano il modo in cui è andata, perché è stato tutto così bello e tragico allo stesso modo. E lui è sempre stata un'ispirazione per me e si è sempre mostrato accogliente. Si mostrava accogliente con tutti, capito cosa voglio dire? Ma ho ancora molte, molte storie da raccontare su di lui. Stavamo bene e non lo dimenticherò mai
".