Bloodline vs Sami Zayn & Kevin Owens, a Night of Champions è finale shock - SPOILER

Il main event di Jeddah ha presentato un accadimento che avrà pesanti conseguenze su ciò che vedremo nelle prossime settimane intorno a Roman Reigns.

by Marco Enzo Venturini
SHARE
Bloodline vs Sami Zayn & Kevin Owens, a Night of Champions è finale shock - SPOILER

Il main event di WWE Night of Champions ha vissuto una conclusione clamorosa. Non tanto per chi ha vinto (Sami Zayn & Kevin Owens, che si sono confermati Undisputed WWE Tag Team Champions), ma per quanto avvenuto tra le fila della Bloodline.

Il match conclusivo della notte di Jeddah ha presentato un accadimento che avrà pesanti conseguenze su ciò che vedremo nelle prossime settimane intorno a Roman Reigns. Dopo settimane di avvisaglie, infatti, Jey e soprattutto Jimmy Uso si sono ribellati alla tirannia del Tribal Chief e lo hanno attaccato.

Che quella di Jeddah sarebbe stata una notte molto particolare lo si è capito sin dall'ingresso in scena dei campioni, visto che Sami Zayn si è presentato al pubblico saudita indossando un abito tradizionale del luogo e prima del match si è rivolto al pubblico parlando in arabo.

Dopo che il match aveva vissuto per una lunga prima fase piuttosto statica, sull'onda emotiva dell'amore del pubblico per i campioni e il conseguente odio per Roman Reigns & Solo Sikoa, si è quindi consumato il momento topico che ha generato gli eventi successivi.

Dopo una serie di attacchi potenzialmente decisivi sia dall'una che dall'altra parte, infatti, Roman Reigns ha tentato di effettuare una Spear su Sami Zayn, travolgendo invece l'arbitro Dan Engler.


Con il direttore di gara fuori gioco, quindi, Jimmy & Jey Uso non hanno avuto difficoltà a intervenire, inizialmente a danno dei soliti Kevin Owens & Sami Zayn.

Il momento in cui gli Usos hanno staccato la spina dalla Bloodline

Nel frattempo anche Roman Reigns si trovava fuori dal ring privo di sensi, ma mentre gli Usos proseguivano il loro attacco ai rivali canadesi hanno effettuato un doppio Superkick prima su Kevin Owens e quindi in direzione di Sami Zayn.

Quest'ultimo ha però evitato il colpo, preso invece da Solo Sikoa che si trovava casualmente sulla traiettoria dei fratelli. E solo questo colpo è stato visto dal Tribal Chief, nel frattempo tornato cosciente.

Tornato sul ring, Roman Reigns se l'è quindi presa con i cugini, affrontandoli a spintoni e schiaffetti come già fatto con Sami Zayn alla Royal Rumble. Stavolta è stato però Jimmy Uso a perdere la pazienza, rifilando lui un calcione in piena faccia al suo ormai ex Capo Tribù, che ha fatto ruzzolare fuori dal ring.


Jey Uso è parso tutt'altro che convinto dell'iniziativa del fratello, che però lo ha trascinato con sé fuori dall'arena urlandogli che lui è suo fratello, che gli starà sempre vicino, che ormai sono loro due contro tutti e che anche lui sa che questa era la manovra giusta da fare.

E il gemello non ha palesemente dato ragione a Jimmy, ma nemmeno è sembrato dargli torto. Tutto questo ha portato all'ormai inevitabile vittoria di Sami Zayn & Kevin Owens, confermatisi campioni. Ma non è questo l'esito del main event le cui conseguenze più si faranno sentire nelle prossime settimane.


Con Jimmy Uso ormai definitivamente fuori dalla Bloodline e Jey Uso che sembra restare dalla sua parte, si assottiglia sempre più il numero di alleati al fianco di Roman Reigns.

Che pure resta Undisputed WWE Universal Champion, e anzi ha superato i 1000 giorni di regno. Ma sembra stare progressivamente perdendo il suo immenso potere (oltre alla possibilità di tenere contemporaneamente ben quattro cinture).

Kevin Owens Night Of Champions Roman Reigns
SHARE