Eric Bischoff a sorpresa sulla Bloodline: "Superiore anche alla nWo"

L'ex boss della WCW ritiene l'alleanza samoana superiore addirittura alla sua migliore creatura per antonomasia.

by Marco Enzo Venturini
SHARE
Eric Bischoff a sorpresa sulla Bloodline: "Superiore anche alla nWo"

C'era un tempo in cui WWE (che al tempo si chiamava WWF) e WCW si contendevano realmente il dominio mondiale del wrestling, e cercavano di accattivarsi l'affetto dei fan e la vittoria nei ranking televisivi a colpi di storyline magnificamente scritte. Nel 1996 sembrò per qualche tempo che, a sorpresa, potesse avere la meglio la più giovane WCW grazie alla creazione di una strabiliante, indimenticabile alleanza di supercattivi: il New World Order. Ebbene, nel frattempo colui che guidava quella compagnia - Eric Bischoff - è arrivato a sorpresa ad affermare che l'attuale Bloodline sia forse addirittura superiore all'iconica nWo.

"La verità è che la storia della Bloodline, in termini di trama, ingredienti, elementi, disciplina, struttura e natura, è una storia di gran lunga migliore rispetto a quella della nWo", ha affermato Bischoff, in un suo intervento per il podcast '83 Weeks'. Poi, però, lo storico boss della WCW ha elencato anche altre differenze tra l'alleanza guidata da Roman Reigns e quella che lui stesso guidò sui ring che misero in crisi la WWE. "La Bloodline avrà lo stesso impatto sul settore che ha avuto la nWo? Probabilmente no. Ma questo ha molto a che fare con il tempismo. Ci sono così tante cose che hanno fatto funzionare la nWo, incluso Hulk Hogan che ha effettuato il turn heel, tra l'altro. C'erano così tante cose che sono state possibili perché avvenute in quel preciso momento della storia. Oggi non sarebbe possibile replicarlo".

Eric Bischoff e il consiglio alla WWE sulla Bloodline

Quindi Eric Bischoff ha spiegato perché, a suo giudizio, la Bloodline funzioni così bene: "Questo è davvero uno dei migliori storytelling di sempre, e uno dei più disciplinati nella storia. Negli ultimi due anni, sfortunatamente, mi avete dovuto ascoltare balbettare, parlare e inveire ancora e ancora su una narrazione disciplinata, di qualità e strutturata. E ho ricevuto davvero tante critiche per questo. E specialmente tra i fan della AEW, perché sono pronto a sottolineare che è quello che manca laggiù. All'improvviso, stiamo assistendo a uno show televisivo a episodi disciplinato, strutturato, progressivamente avvincente, con grandi personaggi. E indovinate un po'? Funziona. E il fatto che ci riesca dimostra solo il mio punto di vista".

Bischoff ha quindi concluso il suo intervento dando un consiglio alla WWE: "Spero davvero che quando tutto questo sarà finito, la WWE e tutte le persone coinvolte si siederanno e diranno: 'Va bene. Ha funzionato abbastanza bene. Abbiamo raccontato una grande storia. Torniamo indietro, analizziamola e scopriamo esattamente cosa ha permesso che funzionasse così bene'. Quel giorno spero che non vadano avanti e basta. Questa storyline, la costruzione e tutto ciò che la riguarda è stato impeccabile, e sono stati gli elementi e l'ordine che sono entrati in quella storia a renderla così bella. Se puoi, trova una formula basata su quegli elementi. Perché ogni match sarà diverso, ogni situazione sarà diversa. Ma se hai un modello, se hai una formula, 7 volte su 10 andrai a segno. E una di queste sarà una storia tipo Bloodline".

Eric Bischoff Bloodline
SHARE