Incubo Baron Corbin: neanche Triple H crede più in lui?

The Game ha preso la decisione di annullare l'angle tra Corbin e JBL

by Simone Brugnoli
SHARE
Incubo Baron Corbin: neanche Triple H crede più in lui?

Nella puntata di Monday Night Raw andata in onda questa settimana, JBL si è separato da Baron Corbin fra lo stupore generale. Il WWE Hall of Famer sarà assente dalla programmazione WWE per un po’ di tempo, mentre non è chiaro cosa accadrà a Corbin.

Dave Meltzer, noto corrispondente del ‘Wrestling Observer’, ha fornito qualche dettaglio in più sulla decisione di Triple H di annullare questo angle: “La verità è che la WWE ha fatto marcia indietro.

Ovviamente non erano questi i piani, ma Triple H si è accorto che quell’angle non stava funzionando come avrebbe dovuto. Il personaggio di Baron Corbin non riesce a spiccare il volo, come dimostrano i molteplici cambi di gimmick che lo hanno riguardato negli ultimi tempi.

Non è facile individuare cosa ci sia di sbagliato in lui, forse non c’è niente di sbagliato, ma la realtà oggettiva è che non è al livello delle star di punta della compagnia”.

Chi può salvare Baron Corbin?

Per cercare di salvare il personaggio di Baron Corbin, la WWE lo aveva affiancato a JBL, con il "Wrestling God" che doveva fare da manager all'atleta che precedentemente si esibiva sui ring di Friday Night Smackdown.

Dall'inizio del loro sodalizio, però, Baron Corbin ha raccolto quasi solo sconfitte sui ring di Monday Night Raw, con l'ultima che è arrivata proprio lunedì notte, nell'ultima puntata dello show rosso.

Ospite nell’ultima edizione di ‘WWE The Bump’, l’attuale superstar di Raw ha dato prova di essere molto legato alla WWE: “Al giorno d’oggi, lavorare nel circuito indipendente sembra essere diventato un motivo di vanto per parecchi atleti.

Io lavoro in questo business da 15 anni e vi posso garantire che la WWE è il non plus ultra. Ho sempre sognato di lavorare nella federazione di Stamford ed ero al settimo cielo quando mi hanno chiamato per fare un provino.

Non volevo lavorare per qualche spicciolo nelle varie arene locali, non era il mio obiettivo. Sono sinceramente stupito da coloro che preferiscono il circuito indipendente, ma forse è un mio limite”.

Triple H
SHARE