Producer WWE: “Il debutto di Ronda Rousey alla Royal Rumble doveva essere diverso”

La Rowdy è arrivata nella compagnia di Stamford nel 2018, facendo il suo debutto al termine della prima Royal Rumble femminile nella storia, ma non doveva esattamente andare così

by Rachele Gagliardi
SHARE
Producer WWE: “Il debutto di Ronda Rousey alla Royal Rumble doveva essere diverso”

Ronda Rousey ha fatto il suo clamoroso debutto in WWE dopo la prima e storica Royal Rumble femminile del 2018 che è andata in scena all’interno dell’omonimo pay-per-view, lasciando tutti a bocca aperta e creando molto hype intorno alla sua presenza nel roster femminile della compagnia.

Però sembra che i piani per il suo debutto fossero un po’ diversi inizialmente e a raccontarlo è il road agent e producer Road Dogg durante un suo intervento ai microfoni del Oh You Didn’t Know podcast: "Guarda, penso che ci sia stata sicuramente esitazione nel metterla in essa [Royal Rumble femminile] e farle battere tutte. Penso ci fosse un po’ di esitazione anche nel farla uscire dopo. Quindi credo che ci sia sempre esitazione in ogni idea che hai. Penso che pensassero che probabilmente l'avrebbe tutelata meglio se avessero fatto andare la cosa per poi farla uscire.

Non lo so, è una decisione d'affari che i poteri decisionali prendono e quando prendono quelle decisioni tu le sopporti. Perché ho sentito molto parlare del fatto che lei sia uscita mettendo in ombra il pop della Rumble o qualsiasi cosa fosse. L’ho sentito e l’ho letto su Twitter. Ma ho pensato che nella vita non si può accontentare tutti. Abbiamo appena avuto la prima Rumble femminile. Abbiamo incoronato questa signora, eccola qui, e poi è arrivata lei. Cosa succederà adesso? Come se non sapessi che pensavo fosse la cosa giusta da fare e pensavo che avesse funzionato.”

Il lungo rapporto tra Ronda Rousey e la Royal Rumble

Se facciamo un passo indietro e ci fermiamo a guardare la carriera di Ronda Rousey, ci possiamo accorgere che ha fatto il suo debutto in WWE durante la Royal Rumble 2018 e poi è tornata per la sua seconda run durante la Royal Rumble 2022, questa volta vincendola per andare poi a sfidare Charlotte Flair a WrestleMania.

Quest’anno invece la WWE sembra aver cambiato i piani per lei, che in questo momento non rientrerebbe tra le wrestler che si giocheranno la vittoria della Rissa Reale.

RECUPERA QUI - Top 5 Women’s Royal Rumble: quale sarà la migliore e quale la peggiore?

Ronda Rousey Royal Rumble
SHARE