Kurt Angle racconta di quando Brock Lesnar gli ha rotto il collo



by   |  LETTURE 1170

Kurt Angle racconta di quando Brock Lesnar gli ha rotto il collo

Nell’ultima edizione del suo ormai celebre show, Kurt Angle ha raccontato di quando Brock Lesnar gli ha rotto il collo per la terza volta. L’ex medaglia d’oro olimpica e la Bestia sono stati grandi rivali, oltre ad essersi affrontati a WrestleMania 19 per il WWE Championship nel lontano 2003.

Quell’incontro ha regalato ai fan moltissime sequenze spettacolari, fino a quando Angle non si è procurato l’ennesimo grave infortunio della sua carriera. “Prima che il match iniziasse, ho detto a Chris Benoit di fare molta attenzione perché avevo appena subito un’operazione al collo.

Ho commesso l’errore di non dire la stessa cosa a Brock Lesnar. La Bestia mi ha colpito al collo con una forza inaudita e mi sono rotto tre vertebre. Avevo delle schegge ossee nel collo e due dischi mi erano scivolati nel midollo spinale.

Ho dovuto ricominciare tutto da capo. Era la terza volta che mi rompevo il collo” – ha raccontato Angle.

Kurt Angle ha subito tanti infortuni

Kurt Angle è tornato in WWE alla fine dell’anno scorso per festeggiare il suo compleanno a SmackDown.

In quell’occasione, l’ex medaglia d’oro olimpica ha riproposto il famigerato segmento del ‘bagno di latte’. All’interno del suo show, Angle ci ha tenuto a ringraziare Triple H: “The Game ha sempre avuto un ottimo fiuto dal punto di vista del wrestling, della creatività e degli affari.

Sa come promuovere il wrestling e come farsi amare dalla gente. Hunter è un uomo ben istruito, che ama i wrestler come se fossero sua moglie. Adora questo business ed è davvero bravo. La WWE voleva che rifacessi il segmento del bagno di latte.

Mi hanno implorato di tornare sul ring per festeggiare il mio compleanno. Devo ammettere che è stato un momento fantastico. Quando mi è stato rivelato cosa aveva in mente la dirigenza, non stavo più nella pelle.

Ero super eccitato. Il segmento del bagno di latte è stato forse il momento più iconico di tutta la mia carriera”. A differenza di altre leggende, Kurt ha sempre escluso un suo ritorno sul ring.