Frankie Kazarian: “Ho avuto contatti con la WWE, ma ho scelto IMPACT perché…”

Durante Hard To Kill, Frankie Kazarian ha annunciato di aver firmato con IMPACT, anche se è andato vicinissimo al debutto in WWE

by Rachele Gagliardi
SHARE
Frankie Kazarian: “Ho avuto contatti con la WWE, ma ho scelto IMPACT perché…”

Durante l'evento Hard To Kill 2023 di IMPACT Wrestling, Frankie Kazarian ha annunciato di aver firmato un contratto con la compagnia mentre stava parlando al centro del ring ai fans presenti. 

Dopo questo suo annuncio importantissimo il 13 gennaio, Mike Johnson del PWInsider aveva fatto sapere che era stato proprio Kazarian ad aver chiesto di essere licenziato dalla All Elite Wrestling, dove lavorava appunto prima di firmare con IMPACT.

L’addio in AEW

Ora, sempre il noto giornalista, ha avuto la possibilità di intervistare il wrestler che ha raccontato: "Avevo ancora due anni sul mio contratto. La direzione della AEW mi ha contattato all'inizio di dicembre, ovvero solo poche settimane dopo il match contro Josh Alexander. Mi hanno contattato 30 giorni prima, cosa che si dovrebbe fare, e abbiamo parlato e io ho espresso le mie preoccupazioni, le mie aspirazioni e i miei obbiettivi alla dirigenza AEW.”

Il wrestler ha anche raccontato di aver dato una lista di cose a Megha Parekh, Head Legal della compagnia, con scritte tutte le motivazioni che lo hanno spinto ad andare avanti lasciandosi la AEW alle spalle: "Volevo andarmene prima di qualsiasi sentimento di risentimento o amarezza. Quel messaggio è stato trasmesso e volevano fare la cosa giusta per me, cosa che rispetto da tantissimo. Dal 1º gennaio di quest'anno, ero un free agent.”

La possibilità di andare in WWE

Kazarian ha poi confessato di aver deciso di firmare con IMPACT solo 48 ore prima dell’evento Hard To Kill, rivelando anche che si è messo in contatto nel frattempo con la WWE:

"Nello spirito della trasparenza, ho avuto anche colloqui importanti con le persone in WWE. Quei colloqui non avrebbe potuto essere meglio di così, positivi, molto professionali. Non ho altro che grandi cose da dire su tutti in quella organizzazione, soprattutto le persone con cui ho parlato e con cui mi sono scritto. In definitiva, questa è stata la soluzione migliore per me in questa fase della mia carriera e in questo momento della mia vita. Ho un ottimo rapporto con Scott D'Amore, ho una storia lì, c'è molta della mia eredità. In questa fase, ero la soluzione migliore per IMPACT e IMPACT era la soluzione migliore per me.”

SHARE