Kurt Angle: "Se avessi fatto più mosse acrobatiche sarei su una sedia a rotelle"

Kurt Angle ha parlato dei rischi del wrestling moderno

by Andrea Scozzafava
SHARE
Kurt Angle: "Se avessi fatto più mosse acrobatiche sarei su una sedia a rotelle"

Nel wrestling, come anche nella vita, le opinioni sono spesso contrastanti. Un qualcosa che sembra impossibile possa terminare è il fatto che le persone del passato evidenzino le differenze tra ciò che succedeva prima rispetto a ciò che viene attuato oggi. Il WWE Hall of Famer Kurt Angle era noto quando lottava per le sue abilità da lottare tecnico all'interno del quadrato e, di recente, è tornato a parlare della sua vittoria contro Chris Benoit alla Royal Rumble 2003, rivelando come il chain wrestling si sia secondo lui perso di vista nel corso di questi anni.

Kurt Angle: "Credo sia meglio optare per un wrestling più sicuro"

In un episodio del suo "The Kurt Angle Show", la medaglia d'oro olimpica Kurt Angle ha svelato che il business del wrestling è cambiato molto in tutti questi anni: "Adesso il wrestling è fatto maggiormente di mosse acrobatiche e questo tipo di spettacolo. Questi wrestler di oggi fanno tanti salti mortali e tuffi fuori dal ring a testa in giù. Io non ho nulla contro tutto questo, credo sia anche divertente e mi piace ma alla lunga può creare problemi". In passato Angle non usava tanto questo stile e la stessa leggenda anche della TNA ha rivelato come queste acrobazie possano essere fatali agli atleti accorciando di fatto le loro carriere.

Sui rischi di questo tipo di wrestling: "Per quanto tempo si potrà fare tutto ciò prima di farsi davvero male? Purtroppo questo business è fatto già di rischi ma il chain wrestling e le sottomissioni sono davvero dei compromessi molto più sicuri, i fan anche li adorano". Kurt Angle, che ha subito numerosi infortuni nel corso della sua carriera, ritiene che il suo tempo sul ring sarebbe stato minore se avesse utilizzato queste mosse ad alto rischio: "A quest'ora sarei su una sedia a rotelle se avessi fatto tutti quei voli che in tanti fanno e probabilmente avrei lottato anche meno".

Kurt Angle
SHARE