Road Dogg fa una confessione sorprendente sulla tragedia di Chris Benoit

La tragedia di Chris Benoit è un autentico tabù in questo business

by Simone Brugnoli
SHARE
Road Dogg fa una confessione sorprendente sulla tragedia di Chris Benoit

Il WWE Hall of Famer Road Dogg non si è mai tirato indietro quando gli sono state poste domande su argomenti delicati. La tragedia di Chris Benoit è un autentico tabù in questo business, perché rappresenta forse la pagina più nera nella storia della WWE e del wrestling in generale.

La WWE non è più stata la stessa dopo quel maledetto 24 giugno 2007, che ha sancito un vero e proprio spartiacque. La carriera del fuoriclasse canadese gli avrebbe sicuramente garantito un posto nella WWE Hall of Fame, ma le sue terribili azioni lo hanno reso uno dei personaggi più discussi e criticati all’interno del mondo del wrestling.

Road Dogg e Chris Benoit hanno condiviso lo spogliatoio della WWE per un breve periodo tra il 2000 e il 2001, prima che James venisse rilasciato nel gennaio 2001. Nell’ultima edizione del podcast ‘Oh… You Didn’t Know’, l’ex membro della D-Generation X ha affermato che la tragedia di Benoit non ha realmente cambiato il wrestling professionistico.

La tragedia di Chris Benoit non verrà mai dimenticata

“Non voglio tornare su quella tragedia, se n’è parlato fin troppo nel corso degli anni. Io non credo che il wrestling professionistico sia cambiato a causa della tragedia di Chris Benoit, la ritengo una falsità.

Cosa aveva a che fare quella vicenda con il wrestling? Assolutamente niente” – ha spiegato Road Dogg. “Facendo un’analisi più approfondita, si potrebbe dire che la tragedia di Benoit ha reso l’ambiente un po’ più sicuro.

Non sto dicendo che quell’orribile incidente doveva accadere in modo da rendere migliore il nostro business, ma ne è venuto fuori anche qualcosa di positivo. Sono molto dispiaciuto ancora oggi per tutte le persone coinvolte e non riesco nemmeno ad immaginare come si sentano i membri della sua famiglia” – ha aggiunto.

Nell’ultima edizione del podcast ‘Cheap Heat Productions’, l’ex star della WWE Rory McAllister ha fornito ulteriori dettagli su ciò che è accaduto dietro le quinte nelle ore successive alla morte di Chris Benoit.

“Dopo aver appreso la notizia della morte di Chris Benoit, la WWE ha lavorato incessantemente per dedicare il successivo episodio di Raw alla sua memoria. Tuttavia, iniziava a circolare la voce che ci fosse qualcosa di strano sul luogo della tragedia” – ha raccontato McAllister.

“È stato un momento durissimo per tutti. Ricordo di aver guardato Robbie e di avergli detto: ‘E se stessimo facendo tutto questo per un uomo che ha ucciso sua moglie e suo figlio?' Provavamo in tutti i modi a distrarci, ma era impossibile allontanare quel pensiero” – ha aggiunto.

Road Dogg
SHARE