Randy Orton, l'ipotesi del ritiro non è da scartare

Randy Orton è assente dalla programmazione WWE dal 20 maggio dello scorso anno

by Simone Brugnoli
SHARE
Randy Orton, l'ipotesi del ritiro non è da scartare

Randy Orton è assente dalla programmazione WWE dal 20 maggio dello scorso anno, quando lui e Riddle sono stati sconfitti dagli Usos al termine di un match davvero spettacolare. Quello snodo narrativo ha permesso alla WWE di far riposare la Vipera nelle settimane successive, complice un infortunio alla schiena che lo affliggeva da un po’ di tempo.

Con il passare dei giorni, è diventato sempre più evidente che non si trattasse di un problema di poco conto. Diversi mesi dopo, il portale ‘Fightful Select’ ha comunicato che il ‘Legend Killer’ si era sottoposto ad un intervento di fusione alla parte bassa della schiena.

I fan si augurano che Randy possa regalarsi un ultimo giro di giostra nel 2023, per chiudere nel migliore dei modi una carriera leggendaria. Il 14 volte campione del mondo potrebbe apparire a sorpresa alla Royal Rumble, che si terrà sabato 28 gennaio a San Antonio.

Il primo grande PPV del 2023 andrà in scena all’Alamodome, che ha già ospitato la Rumble nel 1997 e nel 2017.

La Vipera sta riflettendo

La Royal Rumble rappresenta un momento eccellente per i ritorni a sorpresa.

Si vocifera che Booker T, The Rock e Cody Rhodes appariranno nel primo grande PPV del nuovo anno. Per quanto riguarda Randy Orton, la situazione è molto più complicata. Secondo le ultime indiscrezioni, la Vipera starebbe prendendo seriamente in considerazione l’ipotesi del ritiro.

Se la sua schiena non dovesse tornare in buone condizioni, Orton accetterebbe di buon grado la situazione e appenderebbe gli stivali al chiodo. Nell’ultima edizione del podcast ‘Cafe de Rene’, Kenny Bolin si è detto pessimista circa il futuro di Randy Orton.

“La verità è che l’infortunio di Randy Orton è molto più grave di quanto non si ipotizzasse all’inizio” – ha esordito Bolin senza giri di parole. “È fermo da diversi mesi e si è dovuto sottoporre ad un’operazione molto delicata.

Non mi sembra una buona idea tornare sul ring e ricominciare a prendere colpi” – ha aggiunto Kenny. Non resta che incrociare le dita e attendere ulteriori sviluppi.

Randy Orton
SHARE