Money in the Bank 2023 si terrà in un'arena: i motivi di questa scelta

Money in the Bank 2023 si terrà sabato 1 luglio alla O2 Arena di Londra

by Simone Brugnoli
SHARE
Money in the Bank 2023 si terrà in un'arena: i motivi di questa scelta

La scorsa settimana, la WWE ha annunciato che Money in the Bank 2023 si terrà sabato 1 luglio alla O2 Arena di Londra. La compagnia di Stamford tornerà dunque nel Regno Unito alcuni mesi dopo Clash at the Castle, che era stato organizzato a Cardiff lo scorso settembre.

Lo show era stato accolto positivamente dai fan e dagli addetti ai lavori, con Roman Reigns che aveva sconfitto Drew McIntyre nel main event. Quest’anno la WWE tornerà alla O2 Arena per la prima volta dal 2019 e MITB sarà il primo grande PPV a Londra da ‘Insurrextion’ 2002.

La WWE ha apportato numerose modifiche agli show negli ultimi mesi, complice anche il ritiro di Vince McMahon. Adesso che Vince è tornato in azienda, bisognerà vedere come si evolverà la situazione. Triple H resterà a capo del team creativo o si tornerà alla vecchia politica? È questa la domanda che si pongono quasi tutti gli appassionati.

La WWE tornerà a Londra

Secondo quanto riferito da ‘Fightful Select’, la decisione della WWE di ospitare Money in the Bank in un’arena anziché in un grande stadio è dovuta ad una serie di ragioni.

Uno dei motivi principali è che la WWE identifica la O2 Arena come il Madison Square Garden del Regno Unito. L’azienda con sede a Stamford vuole trasmettere l’idea che MITB sia un evento importante, che si contende lo 'scettro' con gli altri grandi PPV della stagione.

Sempre secondo quanto riportato da ‘Fightful Select’, il morale nel backstage è migliorato ‘in maniera significativa’ con l’avvento di Triple H. Fonti vicine alla WWE hanno rivelato che lavorare nella compagnia in questo momento è più divertente e accattivante rispetto al passato.

La WWE ha tenuto un meeting con i dipendenti venerdì scorso per parlare di diversi argomenti. Si dice che sia stato un incontro fatto semplicemente per sollevare il morale dei dipendenti e niente di più, quindi non ci sono stati scambi di alcun tipo tra i piani alti e il personale. Non resta che attendere ulteriori sviluppi.

Money In The Bank
SHARE