Guai legali per Tyson Fury: la WWE sospende i piani per lui nel 2023

Purtroppo il pugile non sta ottenendo il visto per lavorare negli Stati Uniti

by Rachele Gagliardi
SHARE
Guai legali per Tyson Fury: la WWE sospende i piani per lui nel 2023

Secondo un rapporto di The US Sun, Tyson Fury sarebbe in pausa da alcuni progetti della WWE, quindi non starebbe neanche percependo nessun tipo di stipendio, poiché avrebbe dei problemi con il visto. Infatti, sempre secondo The US Sun, i dirigenti della WWE hanno puntato gli occhi su Fury sia per quanto riguarda la Royal Rumble nel mese di gennaio, sia per quanto riguarda un match a WrestleMania 39 nel mese di aprile, tuttavia sembra non esserci possibilità di averlo in nessuno dei due eventi.

Tutto questo è stato confermato dal fratello del pugile, Tommy, che ha detto che gli Stati Uniti stanno continuando a negare il visto per entrare nel paese all’atleta, impedendogli così di lavorare da qualsiasi parte. Il motivo? Una presunta connessione con Kinahan, ovvero Daniel Kinahan, un promotore di boxe irlandese e sospetto boss della mafia.

Cosa si sa di questa storia?

Un fonte ha detto al Sun: "Tyson è ben amato in WWE e il fatto di farlo partecipare a WresteMania 39, in qualsiasi match, genererebbe un interesse enorme da parte dei fans e non solo. Tuttavia il suo status con l’immigrazione si sta rivelando difficile da affrontare.

Tyrson e il suo team di legali stanno cercando di risolvere la cosa, ma è una missione difficile. Il fatto che lui non possa entrare significa che non sta neanche guadagnando dei soldi. Forse la gente non lo immagina, ma un match o anche solo un’apparizione gli varrebbero molti milioni di dollari, quindi questo problema non gli sta permettendo di guadagnare un ammontare enorme di soldi. La WWE lavora con gli atleti stranieri tutto il tempo e li aiuta a fare tutti i documenti per il visto in modo da farli apparire negli show.

Il team legale rimane in disparte offrendo supporto per quanto riguarda queste cose, ma alla fine l’approvazione deve ricadere sulla persona stessa, ovvero in questo caso Fury, e tutto si basa su come l'immigrazione degli Stati Uniti valuta il suo caso." Non ci resta quindi che aspettare e vedere come andranno le cose.

SHARE