Kenny Bolin è pessimista circa il futuro di Randy Orton

Randy Orton è entrato nell’universo WWE nel lontano 2000

by Simone Brugnoli
SHARE
Kenny Bolin è pessimista circa il futuro di Randy Orton

Randy Orton è entrato nell’universo WWE nel lontano 2000. Dopo aver trascorso un paio d’anni nel territorio di sviluppo, ha fatto il suo esordio nel main roster nel 2002. Da allora, la Vipera si è affermata in breve tempo come un punto di riferimento nello spogliatoio brillando sia a Raw che a SmackDown.

Il ‘Legend Killer’ stava vivendo una sorta di seconda giovinezza quest’anno al fianco di Matt Riddle, ma un grave infortunio alla schiena lo ha costretto ad allontanarsi dal ring. Il 14 volte campione del mondo è ai box dallo scorso maggio e non esiste una data certa per il suo rientro.

Orton si è recentemente sottoposto ad un intervento di fusione alla parte bassa della schiena e ci si augura che possa regalarsi un ultimo giro di giostra l’anno prossimo. Nell’ultima edizione del podcast ‘Cafe de Rene’, Kenny Bolin si è detto pessimista circa il futuro di Randy Orton.

La carriera della Vipera è in bilico

“La verità è che l’infortunio di Randy Orton è molto più grave di quanto non si ipotizzasse all’inizio” – ha esordito Bolin senza giri di parole.

“È fermo da diversi mesi e si è dovuto sottoporre ad un’operazione molto delicata. Non mi sembra una buona idea tornare sul ring e ricominciare a prendere colpi” – ha aggiunto Kenny. Ai microfoni di Sportskeeda, l’ex writer della WWE e della WCW Vince Russo ha analizzato nel dettaglio le prospettive di Randy Orton: “Randy Orton è sulla cresta dell’onda da tantissimi anni ed è abituato a guadagnare parecchi soldi.

Lottare non è più una necessità per lui, continua a farlo soltanto per soddisfare il suo ego. È inutile dire che nemmeno i soldi sono un problema. La Vipera deve mettere da parte il suo ego e concentrarsi soltanto sul suo benessere fisico.

Rischia di rovinarsi la vita tornando sul ring” – ha affermato Russo. La WWE aveva in mente grandissimi piani per Orton, che avrebbe potuto affrontare Roman Reigns per il titolo mondiale. Il quadro è radicalmente mutato negli ultimi mesi e non resta che incrociare le dita.

Randy Orton
SHARE