Royal Rumble 2023: la WWE starebbe pensando ad un grande ritorno

Tutti gli occhi ora sono puntati sull’evento Royal Rumble 2023 e già si fanno i pronostici sulle possibili sorprese

by Rachele Gagliardi
SHARE
Royal Rumble 2023: la WWE starebbe pensando ad un grande ritorno

Scrivendo nella Wrestling Observer Newsletter, Dave Meltzer ha discusso delle prossime apparizioni di Sasha Banks in NJPW e STARDOM e di come potrebbero giocare un ruolo fondamentale intorno all'IWGP Women’s Championship, attualmente detenuto da KAIRI, meglio conosciuta come Kairi Sane in WWE.

Meltzer ha fortemente respinto le voci che dicevano che teoricamente Sasha Banks era destinata a diventare la campionessa inaugurale, anche se i piani sulla prima campionessa sono comunque cambiati poiché, sempre secondo il giornalista, quel titolo avrebbe dovuto vincerlo Mayu Iwatani, sfidante proprio di KAIRI, cosa non accaduta a causa di alcuni problemi legati al contratto di Iwatani che a quanto pare non avrebbe potuto poi difendere il titolo negli Stati Uniti, cosa che invece la NJPW desiderava fortemente.

Tornando su KAIRI, sembra che circoli una voce molto insistente sul fatto che la nipponica, che ha lavorato in WWE dal 2017 al 2021, potrebbe tornare per un’apparizione a sorpresa durante la Royal Rumble femminile del 2023: “Una parte interessante di quella storia è che  mi è stato detto che KAIRI sarà nella Royal Rumble di quest’anno, ma quei rumors sono stati messi in circolazione prima del cambio di decisione sul fatto di darle il titolo femminile IWGP, cosa che potrebbe cambiare la dinamica.”

L’addio di KAIRI in WWE

A giugno del 2022, la wrestler nipponica aveva deciso di raccontare qualcosa sul suo addio in WWE: “Quando ho lasciato il Giappone nel 2017, ho promesso ai miei fan che avrei fatto un lungo viaggio, ma che sarei tornata cresciuta. L'ho detto al presidente [Stardom] Rossy Ogawa (ora produttore esecutivo). In primo luogo, il mio obiettivo era quello di imparare la prima classe del professional wrestling, e non ho davvero intenzione di vivere in modo permanente negli Stati Uniti. Ho pensato di ritirarmi dal wrestling. Questa è una storia personale, ma ho perso la mia migliore amica per malattia. Ho fatto un voto sulla sua tomba e ho promesso di farlo accadere: stavo per partecipare a WrestleMania. Volevo che accadesse di sicuro. Grazie a questo, sono stata in grado di competere in tre WrestleMania, ho avuto un match per il titolo con Asuka come Kabuki Warriors, sono diventata una campionessa sia a NXT che in WWE [nel main roster]. 

Dopo essermi trasferita negli Stati Uniti, la mia vita personale era secondaria alla mia vita professionale, e volavo in giro e lottavo quattro volte a settimana senza sosta, ma poi la pandemia è arrivata, e improvvisamente ho avuto tempo per me stessa. Poi mi sono presa il tempo di fare un po' di introspezione. Ho pensato: ’Dove andrò da qui?’ Ho avuto un senso di realizzazione che avevo compiuto la mia promessa alla mia migliore amica e che avevo fatto tutto il possibile nei miei tre anni con la WWE, e dopo diverse consultazioni con la WWE, ho deciso di lasciare."

Royal Rumble
SHARE