Meltzer: "La sospensione di Matt Riddle? C'è qualcosa che non mi convince"

All’inizio di quest’anno, Matt Riddle si stava affermando come una delle superstar più popolari del roster WWE

by Simone Brugnoli
SHARE
Meltzer: "La sospensione di Matt Riddle? C'è qualcosa che non mi convince"

All’inizio di quest’anno – grazie anche all’aiuto di Randy Orton – Matt Riddle si stava affermando come una delle superstar più popolari del roster WWE. Con l’infortunio della Vipera e l’avvento di Triple H come nuovo capo del team creativo, il push di ‘The Original Bro’ ha subito una repentina frenata.

Durante l’ultima puntata di SmackDown, Michael Cole ha fatto il seguente annuncio: “A causa dell’attacco perpetrato da Solo Sikoa a Raw, è previsto che Matt Riddle rimanga lontano dalle scene per circa sei settimane”.

Nei giorni successivi, è emersa però una verità molto diversa da quella che la WWE voleva far credere. Secondo quanto riferito dal giornalista Cassidy Haynes del sito ‘Bodyslam’, sembra che Riddle abbia fallito ben due test antidroga negli ultimi mesi.

La prima violazione del ‘Wellness Program’ risalirebbe a prima di SummerSlam, quando c’era ancora Vince McMahon al comando dell’azienda. La WWE avrebbe messo Matt alle strette: o si deciderà ad andare in riabilitazione o verrà licenziato.

Matt Riddle: il mistero si infittisce

Questa situazione è stata discussa nell’ultima edizione di ‘Wrestling Observer Radio’ con Dave Meltzer e Bryan Alvarez. “Se questa storia è vera, allora è lecito porsi delle domande.

Se Matt Riddle ha fallito ben due test negli ultimi mesi, perché non è stato sospeso dopo la prima violazione? La WWE è tenuta ad annunciare ogni singola violazione riguardante gli atleti del roster principale.

È strano che l'azienda non abbia comunicato nessuna delle due infrazioni” – ha analizzato Meltzer. Nell’ultima edizione del podcast ‘Drive-Thru’, l’ex manager della WWE Jim Cornette ha ammesso di non essere un grande fan di Riddle.

“In passato ho criticato più volte Matt Riddle e ancora oggi non sono un suo grande fan” – ha confidato Cornette senza giri di parole. “Non riesco a capire bene l’essenza del suo personaggio.

È in grado di eseguire tante mosse, ma fatico a cogliere la sua personalità. Anche il suo aspetto mi lascia perplesso, sembra che sia uscito dalla giungla” – ha continuato. Jim ha parlato anche del nuovo corso avviato da Triple H: “Ci sono stati diversi ritorni che hanno mandato il pubblico in visibilio, ma non è sufficiente.

Non abbiamo ancora visto un cambiamento radicale rispetto al passato. Tutti fanno le stesse cose di prima. Ho notato che gli angle sono stati amplificati ed esagerati, non ancora ai livelli della AEW, ma ci siamo vicini. Triple H deve stare attento a non trasformare un programma di wrestling in un game show."

Matt Riddle
SHARE