WWE: Piani scartati per Rob Gronkowski a causa dei Tampa Bay Buccaneers

L'ex giocatore di Football era pronto ad avere un match a SummerSlam 2020.

by Gabriele Marsella
SHARE
WWE: Piani scartati per Rob Gronkowski a causa dei Tampa Bay Buccaneers

Nel 2020, la WWE aveva dei grandi piani per Rob Gronkowski, giocatore di Football che ha vinto per quattro volte il Super Bowl. Nonostante il buon riscontro ottenuto con il pubblico WWE a WrestleMania 33, quando apparì nell’Andre The Giant Memorial Battle Royal per aiutare il suo amico di vecchia data Mojo Rawley, la WWE dovette cancellare i piani riservati all’ex giocatore di Football per SummerSlam 2020.

“La colpa va data ai Tampa Bay Buccaneers e non alla Pandemia”

A riferire come mai i piani furono cancellati è stato proprio il suo amico Mojo Rawley, intervenuto a Ten Count di Steve Fall: “Rob stava appendendo la sua carriera da giocatore di Football al chiodo. Il piano era di fare un tag match con me e lui a SummerSlam perché era a Boston quell'anno. Penso che avremmo lavorato con Miz e John Morrison. Stavano lanciando alcuni nomi. C'erano, sai, potenzialmente The Revival di cui stavamo parlando. Ovviamente, è il nostro match, quindi avrebbero fatto quello che pensavamo. Ognuno di quei ragazzi avrebbe reso quel match un qualcosa di incredibile e Rob era pronto a entrare e lavorare. Ma sì, è entrato, ha firmato il contratto. Da Boston, penso che mi sarei rivoltato contro di lui e poi avremmo avuto l'uno contro uno, un DQ match in Arabia Saudita, dove vive tutta la parte della famiglia di mio padre, era proprio una storia. Dopo essermi rivoltato contro di lui, lui mi avrebbe picchiato nella mia città natale di fronte alla mia famiglia. Sarebbe stato fantastico.”

Moxley ha poi continuato: “Avrebbe avuto abbastanza tempo per entrare e allenarsi come, sai, Bad Bunny e Logan Paul, ragazzi che si allenano ogni singolo giorno sul ring per tre, quattro o cinque settimane e sai che si stanno allenando per un match. Non si stanno allenando per una match diverso ogni sera. Quindi, quando ti alleni per un solo match, puoi convincere chiunque ad entrare e metterlo KO con abbastanza allenamento se hanno un buon pedigree atletico, che ovviamente Gronk ha. Questo era il piano, ma poi ero seduto con lui nella sua roulotte prima di uno SmackDown quando Brady e Drew Rosenhaus lo chiamarono e gli dissero che Tom Brady sarebbe andato ai Bucs. Rob aveva, credo, 10 milioni o più sul tavolo per tornare per una stagione rimasta sul suo contratto ed è stato proprio così, è stato un gioco da ragazzi tornare. Si sentiva bene. Si sentiva fresco. Tornare indietro per un'ultima corsa. Certo, hanno vinto un Super Bowl, quindi ha preso la decisione giusta. Non posso picchiarlo per questo.”

Summerslam
SHARE