Kevin Owens racconta com'è stato lavorare durante la pandemia

KO ha dimostrato di essere ancora un punto di riferimento all’interno del roster

by Simone Brugnoli
SHARE
Kevin Owens racconta com'è stato lavorare durante la pandemia

Dopo una breve assenza, Kevin Owens è tornato in WWE e ha dimostrato di essere ancora un punto di riferimento all’interno del roster. La superstar canadese ha preso parte a Survivor Series: WarGames, l’ultimo PPV della WWE, durante il quale è stato attaccato da Sami Zayn.

Secondo alcune indiscrezioni, KO potrebbe affrontare il ‘Tribal Chief’ Roman Reigns per l’Undisputed WWE Universal Championship alla Royal Rumble 2023. Owens sembra aver ritrovato lo smalto dei tempi migliori da quando Triple H è diventato il nuovo capo del team creativo: “The Game è un fuoriclasse sia dentro che fuori dal ring.

L’ho sempre ammirato moltissimo. Non sono rimasto sorpreso quando l’ho incontrato per la prima volta, perché sapevo che lavorava duramente per far crescere i giovani talenti. Non sarei mai arrivato fin qui senza il suo aiuto”.

I fan sperano che l’ex campione Universale possa tornare a competere per il titolo mondiale nel 2023.

Kevin Owens è rispettato da tutti

Ospite nell’ultima edizione del podcast ‘After The Bell’, Kevin Owens ha raccontato com’è stato lavorare durante la pandemia: “È stato un periodo di grande sofferenza, in cui il mondo intero ha dovuto fare i conti con un’emergenza senza precedenti.

Paradossalmente, ho disputato alcuni dei migliori match della mia carriera in quel frangente. L’assenza del pubblico ha complicato la situazione, perché non era facile trovare gli stimoli per andare avanti. Abbiamo continuato a dare il massimo per il nostro team di produzione, per la nostra troupe televisiva, per i nostri commentatori e per tutti coloro che ci aiutano durante l’anno.

Far divertire quei ragazzi era diventato il mio principale obiettivo durante la pandemia”. Lo scorso anno, KO era stato accostato alla All Elite Wresling prima di rinnovare con la WWE. “Sarebbe stato davvero difficile non immaginarmi più in WWE.

Qui ci sono alcuni dei miei migliori amici. La WWE mi ha fatto una nuova offerta e io l’ho accettata perché mi sembrava la cosa più sensata da fare. Questo posto è come una famiglia per me. Inoltre, Vince McMahon si è speso in prima persona affinché restassi”.

Kevin Owens
SHARE