Sami Zayn: “L’idea di avermi nella Bloodline non è nata quando credete voi”

Il wrestler canadese ha raccontato che doveva già da tempo far parte della Bloodline, ma la WWE ha aspettato

by Rachele Gagliardi
SHARE
 Sami Zayn: “L’idea di avermi nella Bloodline non è nata quando credete voi”

Ormai tutti abbiamo imparato ad amare Sami Zayn nella Bloodline, con la storyline che ha preso piede molto velocemente quando, dopo una sconfitta contro Johnny Knoxville a WrestleMania 38, il canadese ha iniziato a “corteggiare” Roman Reigns per cercare di riguadagnare un po’ di rispetto da parte del roster.

Ma, parlando con Peter Rosenberg, Sami Zayn ha rivelato che in realtà l’idea di unire il suo lavoro a quello della famiglia samoana è nata molto prima di quel momento: “L''idea è stata proposta circa un anno fa, ben sei mesi prima che i semi fossero piantati sullo schermo. La prima volta che penso ci sia stata un'interazione tra me e la Bloodline è stato subito dopo WrestleMania. In realtà, l'idea è stata discussa nel periodo di Survivor Series dello scorso anno. 

Stavo facendo tutta questa cosa su SmackDown dove ero il membro più longevo come capo degli spogliatoi. Ho pensato che sarebbe stata interessante una cosa tra il Lockeroom Leader e l’Head of the Table. La premessa è che l’Head of the Table non è più nello spogliatoio. All'inizio non immaginavo di essere un membro a pieno titolo della Bloodline o qualcosa del genere, solo qualcosa in cui io e Roman possiamo occasionalmente stare insieme sullo schermo in modo leggero e gli sto facendo rapporto su cosa sta succedendo [nello spogliatoio] e su cosa deve stare attento. L’idea era quella.”

Idea approvata anche dal Tribal Chief

Quando gli è stato chiesto se questa idea fosse qualcosa che desiderava portare avanti solo lui, Sami ha risposto: “Ne stavo parlando anche con Roman. Un giorno eravamo seduti al catering, e ho sentito un'intervista che ha fatto con Ariel Helwani dove era molto gentile con me e diceva cose carine su di me come personaggio sullo schermo e che gli sarebbe piaciuto fare qualcosa lungo la strada con me un giorno. Abbiamo parlato e non ricordo esattamente com'è andata, ma era una cosa reciproca.”

Sami Zayn Bloodline
SHARE