Dutch Mantell rimprovera la WWE per come ha gestito Big Show

Vince McMahon ha annunciato il suo clamoroso ritiro lo scorso luglio

by Simone Brugnoli
SHARE
Dutch Mantell rimprovera la WWE per come ha gestito Big Show

I devastanti effetti della pandemia globale e il clamoroso ritiro di Vince McMahon hanno provocato un gigantesco scossone in seno alla WWE. Vince e il suo braccio destro John Laurinaitis si sono dovuti fare da parte, essendo stati travolti da pesanti accuse di cattiva condotta.

L’ormai ex Chairman della compagnia ha annunciato il suo addio lo scorso luglio, lasciando senza parole sia i fan che gli addetti ai lavori. Il posto di Vince è stato preso da sua figlia Stephanie e da Nick Khan, mentre Triple H è diventato il nuovo capo del team creativo.

Il 14 volte campione del mondo ha riportato in azienda diverse star che erano state rilasciate durante la pandemia, oltre ad aver apportato alcune modifiche sostanziali agli show. Negli ultimi due anni e mezzo, parecchi wrestler hanno lasciato la WWE per trasferirsi in All Elite Wrestling.

Fra questi, è impossibile non citare Paul Wight (Big Show). L’ex WWE Champion ha sorpreso il mondo intero facendo il suo esordio in AEW lo scorso anno. Nell’ultima edizione del podcast ‘Story Time’, Dutch Mantell ha affermato che la WWE non ha gestito bene Big Show nell’ultima parte della sua carriera.

Dutch Mantell rimprovera la WWE

“A differenza di altri atleti, Big Show non aveva alcuna intenzione di lasciare la WWE. Si è trasferito in All Elite Wrestling perché è stato ‘costretto’.

La WWE non aveva capito che un gigante come Big Show non poteva esibirsi in TV ogni settimana” – ha spiegato Mantell. “Bisognava centellinare le sue apparizioni e valorizzare tutti i suoi interventi sul ring.

Sarebbe stato utile mettere un manager al suo fianco nell’ultima parte della sua carriera. Se la WWE avesse fatto queste cose, Big Show sarebbe rimasto al 100%” – ha aggiunto. Dutch ha parlato anche del nuovo corso avviato da Triple H: “Mi è stato detto che il morale nel backstage è molto più alto da quando c’è The Game.

HHH sa ascoltare gli atleti ed è molto più facile parlare con lui. Durante la gestione precedente, dipendeva tutto dall’umore di Vince McMahon”.

Dutch Mantell Vince Mcmahon
SHARE