Roman Reigns confessa: “Quel match mi ha fatto preoccupare per il mio avversario”

Quando c'è di mezzo la famiglia, c'è sempre paura che qualcosa vada storto

by Rachele Gagliardi
SHARE
Roman Reigns confessa: “Quel match mi ha fatto preoccupare per il mio avversario”

Prima della nascita della Bloodline, dopo aver vinto il titolo di campione universale contro Bray Wyatt e Braun Strowman, Roman Reigns è rimasto da solo, affiancato solo da Paul Heyman, per un po’ di tempo, difendendo la cintura come possibile. In totale, da quando è campione, ha difeso la cintura 25 volte tra atleti della WWE e, come sappiamo bene da quello che abbiamo visto di recente, YouTubers e una di queste difese titolate è avvenuta contro suo cugino Jey Uso.

Nel mese di settembre 2020, Jey Uso si era guadagnato un match titolato affrontando poi il Tribal Chief a Clash of Champions. Anche se il campione ha mantenuto l'oro dopo che Jimmy Uso ha lanciato un’asciugamano bianco sul ring per far cessare il brutale match per conto del gemello, a Jey è stata data una rivincita a Hell In A Cell, all'interno della famosa struttura. L'incontro è stato un "I Quit" Match con la clausola aggiunta che se Jey Uso avesse perso si sarebbe unito al cugino, e tutti sappiamo com’è andata a finire. All’evento Jey ha mollato poiché Roman stava attaccando Jimmy e alla fine i due si sono uniti al cugino e così è nata la Bloodline.

Quell’inferno che spaventa tutti

Durante un’intervista con Jonathan Snowden di The Ringer, Reigns ha riflettuto sul suo match contro Jey Uso in Hell In A Cell, rivelando che si è sentito molto nervoso per lui, come non era capitato con nessun altro avversario prima.

"Non sono mai stato così nervoso per nessuno con cui sono stato sul ring. Voglio che tutti facciano bene, ma non ho intenzione di abbassarmi. Farò sembrare tutto fantastico il più possibile. Quindi devi stare al passo. Alla fine della giornata, devi essere in grado di lavorare fino a questo livello e non sembrare fuori luogo. E non l'ha fatto, amico, in tanti modi.

Non ho intenzione di tuffarmi in tutte le cose super dietro le quinte, ma non c'era tempo per discutere. Quindi c'erano un sacco di istinti su cui si faceva affidamento. Il fatto che abbiamo letteralmente una connessione e una relazione a livello di sangue, ci ha reso davvero facile fare affidamento sulla nostra storia e stare bene l'uno con l'altro e anche essere in grado di tirare fuori quel tipo di emozione l'uno dall'altro."

Roman Reigns
SHARE