Chi vincerà la valigetta nel 2023? Spunta un nome a sorpresa

Money in the Bank è uno dei pay-per-view più importanti del calendario WWE

by Simone Brugnoli
SHARE
Chi vincerà la valigetta nel 2023? Spunta un nome a sorpresa

Money in the Bank è uno dei pay-per-view più importanti del calendario WWE. Oltre a proporre sempre match elettrizzanti, a MITB si assegna la celeberrima valigetta. Quest’anno ad accaparrarsela è stato Austin Theory, che aveva ricevuto un grandissimo push l’anno scorso ed era diventato il pupillo di Vince McMahon.

Purtroppo, Austin si è unito alla lista di coloro che non sono riusciti a sfruttare la valigetta e a conquistare un titolo. Theory aveva infatti provato a strappare lo United States Championship dalle mani di Seth Rollins un paio di settimane fa, ma l’interferenza di Bobby Lashley gli era risultata fatale impedendogli di completare l’opera.

La scelta della dirigenza di rendere Theory Mr. MITB 2022 aveva generato reazioni contrastanti da parte dei fan. Mentre alcuni erano felici di vedere una giovane star ricevere una simile opportunità, altri erano convinti che Austin non fosse ancora pronto, soprattutto con Roman Reigns come Undisputed WWE Universal Champion.

La WWE punta su LA Knight?

Secondo quanto riportato da ‘Xero News’, LA Knight sarebbe il grande favorito per aggiudicarsi la valigetta l’anno prossimo. Dopo aver trascorso un po’ di tempo a NXT, Knight è stato spostato nel roster principale come Max Dupri nel gennaio 2022 e ha formato una stable insieme a Mansoor e Mace.

Tornando invece a Theory, l’ex manager della WWE Jim Cornette ha analizzato la sua strana parabola: “Che cosa ha fatto di male questo ragazzo? Sembrava che Austin fosse il prescelto. Si era impossessato della valigetta del Money in the Bank ed era il pupillo di Vince McMahon.

Ha tutte le carte in regola per sfondare. Da quando Vince se n’è andato, è diventato un lacchè. Non gli è rimasta nemmeno più la valigetta. Mi pare chiaro che la WWE abbia avviato un processo di demolizione nei suoi confronti.

L’ultima cosa che stava facendo Vince prima di andarsene era cercare di spingere Austin per renderlo un atleta di punta della WWE. Era diventato il pupillo del boss, lo si vedeva dappertutto. Vince credeva davvero nel suo potenziale. Il fatto di essere stato il ‘cocco’ di Vince lo ha messo in una posizione scomoda con Triple H”.

Money In The Bank
SHARE