Teddy Long si sfoga: "Non mi hanno permesso di essere al fianco di The Undertaker"

The Undertaker è senza dubbio uno dei wrestler più popolari di tutti i tempi

by Simone Brugnoli
SHARE
Teddy Long si sfoga: "Non mi hanno permesso di essere al fianco di The Undertaker"

The Undertaker è senza dubbio uno dei wrestler più popolari di tutti i tempi. Grazie al suo straordinario carisma e alla sua iconica gimmick, il Becchino ha fatto breccia nel cuore di milioni di fan in tutto il mondo.

Il ‘Deadman’ ha lasciato un’impronta gigantesca su questo business, oltre ad aver preso parte a numerose faide memorabili. A meno di improbabili colpi di scena, il suo ultimo match è destinato a rimanere quello contro AJ Styles a WrestleMania 36.

All’interno della docu-serie ‘The Last Ride’, il ‘Phenom’ aveva ammesso di non riuscire più a sostenere i ritmi richiesti dal wrestling professionistico e di non voler rovinare la sua immagine.

Il suo ritiro ufficiale è avvenuto alle Survivor Series 2020, laddove 30 anni prima era iniziata la sua lunghissima carriera. Quest’anno, Taker è stato inserito nella WWE Hall of Fame da Vince McMahon in persona.

Nonostante si sia ormai ritirato, Undertaker continua a collaborare con la WWE. Mark è stato protagonista di una serie di spettacoli negli ultimi mesi, in cui racconta storie inedite relative alla sua carriera.

Lo sfogo di Teddy Long

L’ultimo spettacolo dovrebbe svolgersi a San Antonio, in Texas, venerdì 27 gennaio 2023, il giorno prima della Royal Rumble.

In una recente intervista concessa a Sportskeeda, l’ex general manager di SmackDown Teddy Long si è detto deluso per non essere stato invitato alla cerimonia di induzione di Undertaker nella HOF: “Beh, non sono stato chiamato.

Non ho idea di chi gestisse gli inviti e non lo voglio nemmeno sapere. Sono abbastanza convinto che John Laurinaitis ci abbia messo lo zampino. Mi sarebbe piaciuto essere lì, ma evidentemente la WWE non mi voleva”.

Long è tornato anche sul clamoroso addio di Vince McMahon: “Quando sono venute fuori tutte quelle accuse, è stato davvero uno shock per me. Conosco bene Vince, avendoci lavorato insieme per diversi anni.

Aveva un grandissimo fiuto per gli affari ed è sempre stato molto professionale. Come mi disse Michael Cole tanto tempo fa, la vita di Vince era tutta incentrata sul wrestling. La sua decisione mi ha sorpreso”.

Teddy Long The Undertaker
SHARE