Ric Flair: "Braun Strowman non prende gli stessi soldi di prima dal ritorno in WWE"



by   |  LETTURE 2426

Ric Flair: "Braun Strowman non prende gli stessi soldi di prima dal ritorno in WWE"

Nel corso degli ultimi due anni di pandemia mondiale, la WWE è stata obbligata a rilasciare un gran numero di Superstar e di addetti ai lavori dietro le quinte. I durissimi effetti della pandemia hanno travolto anche il settore dell’intrattenimento sportivo, inducendo Vince McMahon e la sua dirigenza ad adottare misure drastiche per contenere i danni.

Fra i nomi più illustri che hanno lasciato la compagnia c’è sicuramente quello di Braun Strowman o quello di Bray Wyatt, con il gigante che è stato licenziato lo scorso giugno nonostante la sua gloriosa carriera in WWE.

Secondo Dave Meltzer, l’ex campione Universale avrebbe avuto anche molteplici colloqui con IMPACT Wrestling nelle ultime settimane prima del ritorno in WWE.
Dopo oltre un anno, infatti, sia Braun Strowman che Bray Wyatt sono tornati a fare capolino sui ring della compagnia dei McMahon, perché rivoluti dal genero di Vince McMahon, Triple H, il quale oltre a riassumere i due ex Wyatt Family, ha riassunto anche diversi altri lottatori come Karrion Kross e la moglie Scarlett, Dexter Lumis, Johnny Gargano e molti altri.

Braun Strowman guadagna di meno dalla WWE rispetto a prima?

Nell'ultima puntata del suo personalissimo To Be The Man, podcast del due volte WWE Hall of Famer Ric Flair, il Nature Boy ha voluto parlare dei guadagni di alcuni wrestler della WWE, come ad esempio Braun Strowman, con il Monster Amomg Men che secondo Flair non guadagnerebbe più la valanga di soldi che guadagnava col suo vecchio contratto, prima del rilascio.

In merito a questa situazione, Flair ha infatti affermato:

"Tu (Braun Strowman ndr) guardi avanti ai tuoi progetti e realizzi che sei ancora un giovane ragazzo e che hai bisogno di soldi, hai una famiglia. Vi posso garantire che il libro paga di Hunter non è più grande come lo era prima.

E' così che funziona il mondo. Ragazzi che sono tornati, sono tornati perché avevano bisogno di un lavoro, come Karl (Anderson ndr) e sono sicuro che anche loro non abbiano avuto chissà quale aumento".