Il tour de force di Drew McIntyre: ecco tutti i posti che ha visitato



by   |  LETTURE 910

Il tour de force di Drew McIntyre: ecco tutti i posti che ha visitato

Dopo aver faticato a trovare continuità all’inizio della sua carriera, Drew McIntyre è diventato uno dei punti di riferimento della WWE negli ultimi anni. Lo ‘Scottish Warrior’ si è affermato come uno dei migliori performer in circolazione e si è tolto lo sfizio di conquistare due volte il WWE Championship, ma non si è mai potuto godere quei momenti davanti ai fan.

Entrambi i suoi regni sono infatti ‘capitati’ durante la pandemia, che ha dato origine alla cosiddetta ‘ThunderDome Era’. Oltre ad essere un quattro volte campione del mondo, Drew si è aggiudicato una volta il titolo Intercontinentale e due volte il Raw Tag Team Championship (diventando così il 31° wrestler nella storia ad aver completato la Triple Crown).

Ha inoltre vinto l’edizione 2020 del Royal Rumble match eliminando Roman Reigns per ultimo.

Drew McIntyre continua a stupire

Secondo quanto riferito da Mike Johnson di ‘PWInsider’, McIntyre è stato elogiato nel backstage per la sua dedizione a questo mestiere.

Lo scozzese non ha mai avuto problemi a viaggiare in tutto il mondo per esibirsi. “Ci sono state tante persone nel backstage che hanno elogiato Drew McIntyre per il suo impegno e per la sua lealtà verso la compagnia.

Non ha avuto problemi ad esibirsi negli Stati Uniti, in Germania, in Svizzera e in Arabia Saudita, dove ha preso parte a Crown Jewel. Si è recato anche in India per le riprese di un film e poi è tornato negli USA per partecipare ad un paio di live event.

È stato in viaggio per diverse settimane consecutive e ha fatto tantissime apparizioni legate alla WWE” – ha riportato Johnson. Di recente, McIntyre ha parlato di com’è cambiato il suo approccio negli ultimi anni: “Mi piace moltissimo il wrestling in questa fase della mia vita.

Credo che sia questo l’aspetto più importante. Non sono sempre stato così appassionato e ambizioso. Quando sono stato rilasciato dalla WWE tanti anni fa, non stavo dando il massimo. Ho dovuto riscoprire l’amore per questo business prima di tornare a Stamford nel 2017."