Un ex della WWE rivela: "Ero troppo giovane per tutto quello che mi hanno dato"

Ex atleta e manager del main roster WWE riflette sul suo stint con i McMahon, dopo qualche anno dal rilascio

by Roberto Trenta
SHARE
Un ex della WWE rivela: "Ero troppo giovane per tutto quello che mi hanno dato"

A Giugno dello scorso anno, vi avevamo riportato il discorso di Lio Rush, con la quale l'atleta ex WWE, il quale era stato appena avvistato sui ring della AEW, nella Casino Battle Royal di Double or Nothing, aveva comunicato a fan e addetti ai lavori come si sarebbe ritirato dal mondo del pro-wrestling, dopo aver subito un brutto infortunio ad una spalla durante il suo match sui ring della All Elite.

Dopo non essere riuscito a tenere in braccio il figlio e dopo lunghe ore di ragionamenti, l'atleta ha preferito prendere la decisione sofferta di lasciare il pro-wrestling lottato, pensando prima di tutti a sè stesso e alla sua famiglia e poi al lavoro.

Tutto ciò ha anche scatenato alcuni commenti parecchi negativi, anche tra qualche ex collega della WWE, con Greg Hamilton, annunciatore della WWE che si era lasciato andare a dei commenti parecchi scontrosi, i quali sono stati eliminati dai social dopo solo qualche minuto.

A quanto pare, però, dopo qualche mese, Lio Rush ci avrebbe ripensato e sarebbe tornato a lottare in diverse federazioni indipendenti, tornando ad apparire anche in una grande federazione come la ROH, prima della sua chiusura ed acquisizione da parte di Tony Khan.

Lio Rush parla del suo essere stato troppo giovane in WWE

Nella sua ultima intervista nel Say Less Podcast, l'ex manager di Bobby Lashley ha voluto parlare del suo stint in WWE, raccontando:

"All'inizio, sono andato semplicemente con il flusso.

Sono andato a fare quello che tutti si aspettavano facessi e mi sono anche parecchio divertito. Ho avuto parecchie opportunità, che però non ho sfruttato. Ho dovuto lavorare per qualsiasi cosa io abbia ottenuto.

Ma sono sicuro di aver sentito di essermi guadagnato quel posto nella mia classe, giusto? E quanto è arrivato il rilascio mi è crollato tutto addosso e per un momento ero perduto, non sapevo cosa fare. Mi ci è voluto un po' per capire e realizzare, che, amico, forse ero troppo giovane per qualsiasi cosa mi avessero dato in mano.

Ma allo stesso tempo, non rimpiango nulla di quel periodo. Non speravo in nulla di differente di quello che è poi andato in scena... adesso sento che il tutto mi ha preparato ancora di più per quello che mi aspettava dopo il rilascio".

SHARE