Perché la WWE ha permesso a Shinsuke Nakamura di andare in NOAH?

Dopo l'annuncio del match tra Great Muta e la Superstar WWE, alcuni giornalisti provano a spiegare come la compagnia lo abbia permesso

by Roberto Trenta
SHARE
Perché la WWE ha permesso a Shinsuke Nakamura di andare in NOAH?

Nella giornata di ieri, è emersa su tutte le prime pagine dei siti di wrestling del mondo, la notizia in merito al ritorno one night only di Shinsuke Nakamura nella compagnia della Pro-wrestling NOAH, autorizzata ovviamente dalla WWE, solo per un match contro il leggendario The Great Muta.

Poche ore fa è stato infatti annunciato sul profilo ufficiale della NOAH e anche sui profili social dello stesso Shinsuke Nakamura, che il wrestler attualmente sotto contratto con la WWE volerà in Giappone per lottare contro la leggenda The Great Muta, in uno dei suoi match di ritiro dopo oltre 30 anni di onorato servizio.

In particolar modo questo scontro avverrà il primo gennaio 2022 allo show NOAH The New Year 2023. Questa notizia ha lasciato letteralmente increduli moltissimi atleti e addetti ai lavori, nonchè i fan di entrambe le compagnie, che non vedevano uno scambio del genere da anni.

Se la WWE ha infatti riaperto la sua famosa Forbidden Door alla Royal Rumble, per permettere l'ingresso di Mickie James al match a 30 donne, in senso opposto la compagnia non aveva mai "prestato" nessuno dei suoi atleti ad un'altra compagnia importante.

Perché la WWE ha accettato di mandare Nakamura in NOAH?

A provare a spiegare questo strano spostamento, anche se per una sola notte, ci ha pensato Dave Meltzer ai microfoni dell'ultima newsletter del Wrestling Observer, con il noto giornalista che ha affermato:

"Possono essere accadute due cose.

Numero 1, la WWE con il suo nuovo regime permette ai suoi ragazzi di farlo - non saranno mai tanti ragazzi - ma, magari i ragazzi che chiedono 'hey magari fatemi fare qualcosa di speciale al di fuori degli States con un'altra compagnia, o qualcosa di veramente speciale' e loro hanno detto 'Okay, fatelo'

O magari, è per Muta, perché è una leggenda e questi sono i suoi match finali e lui ha detto tipo 'hey potrei fare con qualcuno uno di questi match' e tutti quanti quelli della generazione di Triple H, sapete, sanno che Muta è una vera e propria leggenda e che era una big Star prima e un leggenda in Giappone e penso che sia ritenuta una cosa veramente speciale e per quello glielo stanno permettendo. E' stata comunque una sorpresa".

Shinsuke Nakamura
SHARE