Bill Apter spiega in che modo JBL aiuterà Baron Corbin

Da quando Triple H è diventato il nuovo capo del team creativo, ci sono stati diversi ritorni di spicco in WWE

by Simone Brugnoli
SHARE
Bill Apter spiega in che modo JBL aiuterà Baron Corbin

Da quando Triple H è diventato il nuovo capo del team creativo, ci sono stati diversi ritorni di spicco in WWE. Uno dei più clamorosi è stato senza dubbio quello di JBL, che si è presentato a Monday Night Raw come il nuovo manager di Baron Corbin.

John ‘Bradshaw’ Layfield ha fatto la storia di questo business e viene unanimemente riconosciuto come uno dei migliori heel dell’era moderna. In WWE si è aggiudicato una volta il WWE Championship, una volta il titolo Intercontinentale, una volta lo United States Championship, una volta l’European Championship, diciotto volte l’Hardcore Championship e tre volte il World Tag Team Championship, diventando così il decimo atleta nella storia ad aver completato il Grand Slam.

Nel 2021, è stato inserito con pieno merito nella WWE Hall of Fame. Ai microfoni di Sportskeeda, il noto giornalista Bill Apter ha commentato il ritorno di JBL e l’influenza che può avere quest’ultimo su Corbin.

JBL aiuterà Baron Corbin

“Il ritorno di JBL a Raw è stato uno degli avvenimenti più sorprendenti degli ultimi mesi. È come se fosse tornato un pezzo della vecchia scuola a Raw e il suo arrivo è stato certamente molto gradito.

Avere una leggenda come JBL accanto aiuterà Baron Corbin a raggiungere un livello che non avrebbe mai potuto raggiungere da solo” – ha analizzato Apter. Bill si è soffermato anche su Braun Strowman: “Non ho niente di personale contro Braun, ma non mi piace come viene gestito il suo personaggio.

È un atleta incredibile, ma c’è bisogno di qualcosa di più affinché diventi una seria minaccia per Roman Reigns. Se fossi stato in lui, avrei fatto alcune domande alla dirigenza prima di accettare di tornare”.

Non poteva mancare un giudizio su Brock Lesnar: “Quando lo guardo, mi vengono in mente performer leggendari come Bruno Sammartino e Pedro Morales. Un match fra la Bestia e Bruno Sammartino avrebbe generato un hype che non potete nemmeno immaginare. Lesnar sarebbe stato ancora più devastante se avesse lottato negli anni ’70 e ’80”.

Triple H
SHARE