Jim Cornette spiega come andrebbe gestito Braun Strowman

La filosofia di The Game è diversa da quella di Vince McMahon

by Simone Brugnoli
SHARE
Jim Cornette spiega come andrebbe gestito Braun Strowman

Da quando Triple H è diventato il nuovo capo del team creativo, sono cambiate moltissime cose in WWE. La filosofia di The Game è diversa da quella di Vince McMahon, che si è ritirato tre mesi fa lasciando tutti a bocca aperta.

Il 14 volte campione del mondo ha dato subito il suo tocco creativo agli show, oltre ad aver favorito il ritorno in azienda di diverse star che erano state rilasciate durante la pandemia. HHH è riuscito a convincere persino Braun Strowman e Bray Wyatt a rimettere piede a Stamford, portando una ventata d’aria fresca nel backstage.

In carriera, ‘The Monster Among Men’ ha detenuto una volta lo Universal Championship, una volta il titolo Intercontinentale e due volte il Raw Tag Team Championship. Ha inoltre vinto l’edizione 2018 del Money in the Bank e l’André the Giant Memorial Trophy a WrestleMania 35.

Braun è attualmente coinvolto in una faida con Otis e Chad Gable, oltre ad aver avuto qualche scaramuccia con la Bloodline a SmackDown. All’interno del suo podcast, l’ex manager della WWE Jim Cornette ha analizzato nel dettaglio le prospettive di Strowman.

Braun Strowman si è rimesso in gioco

“Braun Strowman deve essere gestito come Andre the Giant” – ha esordito Cornette senza giri di parole. “La gente dovrebbe vederlo sul ring ogni 6-8 settimane, bisogna stare molto attenti con un gigante come lui.

Le sue apparizioni vanno centellinate” – ha aggiunto. Jim ha parlato anche del nuovo corso avviato da Triple H: “La WWE sta cercando di riorganizzarsi dopo gli stravolgimenti degli ultimi mesi. Ci sono stati diversi grandi ritorni ultimamente e i fan sono andati in visibilio.

Tuttavia, non abbiamo ancora visto un cambiamento radicale rispetto al passato. Tutti fanno le stesse cose di prima. Ho notato che gli angle sono stati amplificati ed esagerati, non ancora ai livelli della AEW, ma ci siamo vicini.

The Game non deve cambiare l’intero prodotto tutto in una volta, altrimenti rischia di trasformare un programma di wrestling in un game show. Deve concentrarsi sulle singole superstar e andare avanti per gradi”.

Jim Cornette Braun Strowman Vince Mcmahon
SHARE