Jim Cornette spiega le ragioni dietro al ritorno di JBL

Ci sono stati diversi colpi di scena in WWE negli ultimi mesi

by Simone Brugnoli
SHARE
Jim Cornette spiega le ragioni dietro al ritorno di JBL

Ci sono stati diversi colpi di scena in WWE negli ultimi mesi. Il clamoroso ritiro di Vince McMahon ha aperto nuovi scenari, permettendo a Triple H di diventare il nuovo capo del team creativo. Il 14 volte campione del mondo ha dato subito il suo tocco creativo agli show e ha dimostrato di avere una filosofia ben diversa rispetto a quella del suo illustrissimo predecessore.

The Game ha favorito il ritorno in azienda di diverse star che erano state rilasciate durante la pandemia, convincendo persino Bray Wyatt a rimettere piede a Stamford. Nell’ultima puntata di Monday Night Raw, abbiamo assistito al sorprendente ritorno di JBL, che si è presentato come il nuovo manager di Baron Corbin.

Oltre ad aver vinto una miriade di titoli in WWE, John ‘Bradshaw’ Layfield è unanimemente riconosciuto come uno dei migliori heel dell’era moderna. All’interno del podcast ‘Drive-Thru’, l’ex manager della WWE Jim Cornette ha commentato il ritorno di JBL.

JBL aiuterà Baron Corbin

“JBL ha un ego smisurato e i fan sono andati in visibilio quando lo hanno rivisto sul ring” – ha esordito Cornette. “Sono sorpreso che abbia deciso di diventare il nuovo manager di Baron Corbin.

Ciò dimostra che la WWE sta facendo tutto il possibile per risollevare la carriera di quest’ultimo. A me non convince per niente questa versione di Corbin. Trovo il suo aspetto fisico strano e sgradevole, non saprei nemmeno come spiegarlo” – ha aggiunto.

Jim ha criticato anche Omos: “La sua parabola è abbastanza inspiegabile. Visivamente è impressionante, mette paura a chiunque e sembra poter spaccare il mondo. Tuttavia, le sue abilità sul ring sono modeste.

Non sta facendo un buon lavoro, anzi è uno dei peggiori wrestler del roster al giorno d’oggi”. Non poteva mancare un giudizio su Logan Paul: “Ha fatto vedere ottime cose negli ultimi mesi, ma non credo che possa battere Roman Reigns in Arabia Saudita.

Il leader indiscusso della compagnia non può perdere contro un atleta che ha disputato appena due match in tutta la sua carriera. Il WWE Universe non la prenderebbe bene”.

Jim Cornette
SHARE