Jim Cornette spara a zero contro Omos

Omos è senza dubbio uno degli atleti più impressionanti in circolazione

by Simone Brugnoli
SHARE
Jim Cornette spara a zero contro Omos

Omos è senza dubbio uno degli atleti più impressionanti in circolazione, ma la sua ascesa ha subito un intoppo negli ultimi mesi. Nonostante sia entrato in WWE solo nel 2019, la federazione ha creduto subito nel suo potenziale e lo ha trasferito rapidamente nel main roster.

La superstar nigeriana si costruita una reputazione al fianco di AJ Styles, insieme al quale è diventato campione tag team di Raw. Il loro regno è durato 133 giorni complessivi, prima che le loro strade si separassero per permettere a Omos di brillare individualmente.

Tuttavia, il 28enne di Lagos è apparso solo sporadicamente nel marchio rosso negli ultimi tempi. Molti addetti ai lavori hanno iniziato a criticare le doti sul ring di ‘The Giant’, sostenendo che la compagnia lo abbia ‘bruciato’.

All’interno del suo podcast, l’ex manager della WWE Jim Cornette ha riflettuto sulla crisi di Omos.

Jim Cornette boccia Omos

“La parabola di Omos è abbastanza inspiegabile” – ha esordito Cornette senza giri di parole.

“Visivamente è impressionante, mette paura a chiunque e sembra poter spaccare il mondo. Tuttavia, le sue abilità sul ring sono modeste. Non sta facendo un buon lavoro, anzi è uno dei peggiori wrestler del roster al giorno d’oggi” – ha sentenziato.

Jim ha parlato anche di Logan Paul: “Ho seri dubbi che possa sconfiggere Roman Reigns a Crown Jewel. Come la prenderebbe il WWE Universe? Il ‘Tribal Chief’ è il leader indiscusso dell’azienda da un paio d’anni e ha battuto le migliori superstar del roster.

Nessuno è riuscito a spezzare la sua egemonia fino a questo momento. Logan ha fatto vedere ottime cose negli ultimi mesi, ma stiamo parlando di un atleta che ha disputato appena due match in tutta la sua carriera. Sarebbe folle permettere ad un wrestler così inesperto di detronizzare il super campione.

I fan non reagirebbero bene, almeno secondo me”. Cornette si è poi espresso su Cody Rhodes: “Aveva intuito con diversi mesi di anticipo come sarebbero andate le cose in AEW. Faticava sempre di più a coesistere con le altre stelle del roster e ha capito che avrebbe avuto un futuro più luminoso in WWE”.

Jim Cornette
SHARE