Chiusa la causa legale tra la WWE e la tatuatrice di Randy Orton: ecco il verdetto



by   |  LETTURE 9753

Chiusa la causa legale tra la WWE e la tatuatrice di Randy Orton: ecco il verdetto

Nelle scorse settimane vi avevamo riportato di come la causa legale tra WWE, Take-Two Interactive, 2K Games, 2K Sports e Catherine Alexander, tatuatrice di Randy Orton, fosse ancora in vita. La donna aveva citato le parti coinvolte per un utilizzo, a sua detta illegittimo, dei tatuaggi del pluricampione mondiale all'interno dei videogames della Compagnia di Stamford, chiedendo un lauto risarcimento.

L'appello in tribunale si è tenuto il 26 settembre e Randy Orton ha presenziato in qualità di testimone. Il verdetto si è concluso in questo modo: Catherine ha vinto la causa, ma si è portata a casa soltanto 3,750 dollari (questa la cifra di risarcimento stabilita come penale dalla giuria).

Nello specifico la corte ha riconosciuto che i tatuaggi non sono stati utilizzati in maniera corretta, ma il loro utilizzo non ha portato alcun profitto alle software house.

La tatuatrice di Randy Orton ha vinto la causa legale

E la cifra di 3,750 dollari è stata scelta come compenso per l'aver utilizzato il design dei tatuaggi di Randy Orton creato da Catherine.

Giunge quindi a conclusione un caso mediatoco che andava avanti da anni e che potrebbe settare un precedente per il futuro, soprattutto per quando si tratta dell'utilizzo di copyright all'interno dei videogames. Catherine aveva già provato a trovare un accordo con la WWE nel 2009, vedendosi venir offerta la ridicola cifra di 450 dollari.

Di fronte al suo rifiuto, quindi, non era più stata ricontattata e decise di procedere per vie legali. Nel frattempo c'è molta preoccupazione attorno allo stato di salute di Randy Orton: il pluricampione mondiale è fermo da mesi per un problema fisico alla spalla e non si conoscono ancora i tempi di recupero.

In molti pensavano alla Royal Rumble (in programma il 28 gennaio 2023 a San Antonio, in Texas) come possibile data del suo ritorno, ma non vi è alcuna certezza in merito. Orton ha tra l'altro già vinto ben due volte lo storico match e quindi potrebbe gareggiare per una terza vittoria.

Il 42enne di Knoxville stava vivendo una sorta di seconda giovinezza, tanto da aver fatto ricredere anche gli addetti ai lavori più scettici soprattutto per via del suo lavoro in coppia con Riddle. Staremo a vedere quali saranno i piani creativi per lui soprattutto con la nuova gestione Triple H.