Brian Gewirtz: "The Rock non era d'accordo con Vince sul suo ritorno"

The Rock ha fatto la storia del wrestling, riuscendo persino a trascendere questo business

by Simone Brugnoli
SHARE
Brian Gewirtz: "The Rock non era d'accordo con Vince sul suo ritorno"

The Rock ha fatto la storia del wrestling, riuscendo persino a trascendere questo business. Johnson si è aggiudicato 19 titoli durante la sua carriera, di cui dieci mondiali. È stato inoltre il sesto performer nella storia a fregiarsi della Triple Crown, oltre ad aver vinto l’edizione 2000 della Royal Rumble.

A partire dagli anni 2000, ha intrapreso con successo la carriera cinematografica e si è affermato in breve tempo come uno degli attori più pagati di Hollywood. Le sue apparizioni sul ring sono divenute sempre più sporadiche, anche se il WWE Universe non ha mai smesso di amarlo e di invocare il suo ritorno.

Secondo i ben informati, ‘The Great One’ affronterà suo cugino Roman Reigns a WrestleMania 39, che si terrà a due passi da Hollywood. All’interno del suo libro, l’ex writer della WWE Brian Gewirtz ha svelato un particolare retroscena dietro al ritorno di The Rock nel 2011.

The Rock ha fatto la storia del wrestling

“Fu The Rock a contattare Vince McMahon per parlare di un suo eventuale ritorno in WWE” – ha raccontato Gewirtz. “Johnson voleva tornare in grande stile e ha chiesto a Vince cosa potesse offrirgli.

L’idea di Vince era di fargli disputare un solo match, cosa che non andava bene a The Rock. Lui aveva in mente qualcosa di più grande. Un solo incontro non avrebbe mandato i fan in visibilio e non avrebbe alimentato la loro passione.

Dopo aver ascoltato la sua opinione, McMahon gli ha presentato un piano triennale senza precedenti per il main event di WrestleMania. Era chiaro fin da subito che John Cena sarebbe stato coinvolto in quel progetto” – ha aggiunto.

Brian ha parlato anche del nuovo corso avviato da Triple H: “Vince McMahon era a tutti gli effetti il capo della creatività, ma non sapeva minimamente cosa succedeva a NXT. Non conosceva i punti di forza degli atleti e non aveva idea di quale percorso avessero seguito per arrivare fino a lì.

Una volta approdati nel main roster, i talenti di NXT ricominciavano da zero e spesso si perdevano. Hunter ha un grosso vantaggio da questo punto di vista”.

The Rock
SHARE