Rey Mysterio ricorda con orgoglio le sue origini



by   |  LETTURE 757

Rey Mysterio ricorda con orgoglio le sue origini

Rey Mysterio è senza dubbio uno dei wrestler più riconoscibili di tutti i tempi, avendo fatto breccia nel cuore di milioni di fan in tutto il mondo. Prima di farsi un nome in ECW e in WCW, si è esibito per un po’ di tempo in Messico ascoltando i consigli di suo zio Rey Mysterio Sr.

Durante la sua lunga e gloriosa carriera in WWE, il folletto di origini messicane ha vinto una volta il WWE Championship e due volte il titolo dei pesi massimi. Come se non bastasse, si è aggiudicato due volte l’Intercontinental Championship, due volte lo United States Championship e tre volte il titolo dei pesi leggeri.

Rey ha brillato anche nella divisione tag team, soprattutto al fianco di Eddie Guerrero, Rob Van Dam, Edge e Batista. L’esordio di suo figlio Dominik in WWE gli ha permesso di vivere una seconda giovinezza, nonostante parecchi addetti ai lavori gli avessero consigliato di appendere gli stivali al chiodo.

Le origini di Rey Mysterio

Quando non era ancora famoso, l’ex WWE Champion ha lottato in diverse federazioni messicane con il nome di ‘Colibri’. L’azienda di abbigliamento ‘Roots of Fight’ ha recentemente messo in vendita una collezione di t-shirt classiche in collaborazione con il mitico Rey Mysterio.

“Prima di diventare famoso in tutto il mondo, mi esibivo in giro per il Messico facendomi chiamare ‘Colibri’. Avevo 14 anni e non sapevo dove mi avrebbe portato questo fantastico viaggio” – ha scritto Rey su Twitter.

Di recente, Mysterio ha rivelato che le terapie con cellule staminali hanno allungato la sua carriera: “Ho pensato che fosse una buona idea e mi sono sottoposto ad un grosso trattamento nel 2019 in Colombia. Ho iniziato a vedere un incredibile cambiamento fin da subito.

Mi sono sentito ringiovanito. Riuscivo a muovermi senza sentire dolore al ginocchio e sono tornato in ottima forma. Ho ricevuto l’ultimo trattamento lo scorso aprile e le mie recenti performance testimoniano che ha funzionato”. Il lottatore mascherato è stato il 14° performer nella storia della WWE a completare il Grand Slam.