Roman Reigns snobba le celebrities in WWE: "Ecco come non averne paura"



by   |  LETTURE 1048

Roman Reigns snobba le celebrities in WWE: "Ecco come non averne paura"

Subito dopo la diretta di Smackdown di qualche settimana fa, la WWE ha voluto tenere una rassegna stampa nella quale sono stati presenti sia tutti gli atleti della Bloodline, che Triple H e Logan Paul, con tutti i principali protagonisti di Crown Jewel, prossimo ppv arabo della WWE, che hanno così iniziato a costruire il main event del ppv speciale della federazione di Stamford.

Durante la conferenza stampa con la presenza di decine e decine di giornalisti e di fan, il Triplo ha reso ufficiale come Logan Paul andrà a caccia dei titoli mondiali del Tribal Chief il prossimo 5 Novembre, in Arabia Saudita.

Dopo aver preso parte a due importanti match, uno a Wrestlemania 38 ed uno a Summerslam, sempre in compagnia di The Miz, prima come alleato e poi come avversario, Logan Paul andrà diretto per un match titolato contro il campione assoluto della federazione, con i due titoli più importanti della federazione in palio.

Subito dopo l'ufficializzazione del match per Crown Jewel, sui social si sono scatenati decine e centinaia di fan della compagnia, per la scelta della WWE di utilizzare un ex stella della tv e di Youtube nel main event di un ppv.

Roman Reigns calma gli animi e dà la sua soluzione

In molti all'interno della WWE e anche all'esterno, tra giornalisti e addetti ai lavori, sarebbero preoccupati di questa "moda" della federazione dei McMahon di inserire numerose celebrities negli show della compagnia, con il Tribal Chief che ha invece voluto vedere la cosa dal suo punto di vista, come sempre.

Nella sua ultima intervista rilasciata ai microfoni di SecondsOut di Radio Rahim, Roman Reigns ha infatti tagliato corto, dicendo:

"Devi essere così tanto bravo che nessuno può rubarti il posto. Non mi interessa chi prendono, possono chiamare chiunque essi vogliano, ma nessuno prenderà il posto del Tribal Chief"

Per Roman Reigns, quindi, bisogna impegnarsi talmente tanto da diventare un personaggio insostituibile per la WWE, un po' come fatto da lui negli ultimi anni, con il suo nome che è diventato uno dei più grandi nomi di wrestler degli ultimi 20 anni, arrivando ad avere un regno di due anni, che difficilmente rivedremo nel futuro della compagnia dei McMahon.