Kurt Angle: "Vince McMahon non voleva che toccassimo Stephanie"

Kurt Angle viene annoverato fra le migliori superstar dell’era moderna

by Simone Brugnoli
SHARE
Kurt Angle: "Vince McMahon non voleva che toccassimo Stephanie"

Kurt Angle viene annoverato fra le migliori superstar dell’era moderna, nonostante ci fosse un notevole scetticismo sul suo conto agli inizi della sua carriera nel wrestling. Il fuoriclasse di Mount Lebanon ha ottenuto qualsiasi riconoscimento possibile e immaginabile in questo business, oltre ad aver fatto breccia nel cuore di milioni di fan.

Angle è l’unico performer nella storia ad aver conquistato il WWE Championship, il WWE World Heavyweight Championship, il WCW World Heavyweight Championship, il TNA World Heavyweight Championship e l’IWGP Third Belt Championship.

Kurt è stato inserito sia nella Impact Hall of Fame che nella WWE Hall of Fame, a testimonianza del suo enorme impatto su questo settore. La sua carriera è terminata mestamente a WrestleMania 35, dopo essere stato sconfitto da Baron Corbin nell’ultimo match della sua carriera.

Durante la sua avventura in WWE, Angle ha dato vita ad alcune faide memorabili. Nell’ultima edizione del suo ormai celebre podcast, Kurt ha ricordato la sua rivalità con Triple H culminata ad Unforgiven 2000. Secondo i piani iniziali, Stephanie McMahon avrebbe dovuto prendere parte ad alcuni spot durante quel match.

L'aneddoto di Kurt Angle

“Era previsto che Stephanie McMahon prendesse parte a tre spot durante il match fra me e Triple H ad Unforgiven 2000” – ha raccontato Angle. “Tuttavia, ogni volta che stavamo per realizzare uno degli spot che la riguardavano, suo padre Vince si opponeva e diceva che era troppo rischioso.

Alla fine, siamo stati costretti ad eliminarli tutti e tre” – ha aggiunto. Kurt è poi tornato sulla sua decisione di rinunciare alle Olimpiadi del 2004: “Stavo pensando seriamente di partecipare a quell’edizione dei Giochi.

Ci riflettevo giorno e notte. Se avessi vinto l’oro olimpico nel 2004, sarei diventato automaticamente uno dei più grandi di sempre. Al tempo stesso, se non avessi conquistato alcuna medaglia, nessuno mi avrebbe ridato il tempo perso.

Non volevo correre il rischio di lasciare la WWE per andare alle Olimpiadi, anche se sono stato in dubbio fino all’ultimo. Mi sarei dovuto allenare parecchio per tornare in piena forma e non ne valeva la pena in quel momento”.

Kurt Angle Vince Mcmahon
SHARE