Confusione tra i fan per la classifica PWI 500



by   |  LETTURE 1896

Confusione tra i fan per la classifica PWI 500

Nelle scorse ore è venuta fuori la classifica inerente la PWI 500. Il Pro Wrestling Illustrated è di fatti la rivista di wrestling maggiormente nota e ritenuta importante all’interno dell’intero panorama.

Attiva dal 1979, questo storico mensile (ora bimestrale) va in scena dal 1979 e da ben trentadue anni con una particolare classifica che racchiude i 500 wrestler maschili più importanti dell’anno. Ovviamente ci teniamo a specificare che le classifiche in questione hanno una valenza mark, per la quale sono appunto valutati i risultati di ogni lottatore, vittorie, sconfitte, pareggi, cinture conquistate e ovviamente ogni federazione genera un determinato livello di importanza di un risultato.

Per questo motivo è lecito chiarire che un pro wrestler sotto contratto con la World Wrestling Enterttainment, avrà sicuramente dei risultati con effetti più rilevanti rispetto ad un collega sotto contratto con una qualunque indie o territorio di sviluppo.

Lo stesso discorso vale anche per le cinture dove, attualmente, hanno una valenza di tipo “Mondiale” i titoli di National Wrestling Alliance, WWE, All Elite Wrestling, ROH, AAA, CMLL, IWGP, AJPW, Pro Wrestling NOAH, Stardom, MLW, Impact Wrestling, IWTV Independent Wrestling World Championship e Pan-Afrikan World Diaspora Wrestling Championship.

Ad aggiudicarsi la vittoria finale della classifica, dopo il secondo posto dello scorso anno e bissando tale traguardo dopo il precedente del 2016, è “The Tribal Chief”, “The Head of the Table”, leader della Bloodline e attuale detentore del WWE Undisputed Universal Championship, Roman Reigns.

Un anno straordinario per Roman, capace di unificare le cinture a WrestleMania 38 e di riuscire a sconfiggere ogni avversario inclusi i vari Goldberg e Brock Lesnar (quest’ultimo per due volte tra WM e SummerSlam).

Dopo questa lunga premessa serve sottolineare quanto questo tipo di classifica generi scalpore o quantomeno discussioni variopinte all’interno del wrestling web e tra i più fedeli lettori del magazine.


Il chiarimento del PWInsider

Nelle scorse ore però il noto sito PWInsider è stato scambiato da diverse persone come la fonte capace di realizzare questa classifica (vuoi anche per le iniziali molto simili tra loro, appunto PWI in entrambi i casi), subendo quindi complimenti/critiche senza in realtà averne alcun tipo di credito.

La fonte ci ha tenuto a rendere chiara la circostanza pubblicando un tweet per mano del suo direttore, Mike Johnson, avvertendo i lettori di commentare o tentare di interagire direttamente con l’account del Pro Wrestling Illustrated (su Twitter ndr), essendo di fatto loro i reali realizzatori del tutto.

Qui sotto potrete leggere le parole del noto giornalista, il quale ci tiene ad avvertire tutti nell’andarci “cauti” con commenti e scambi di opinione sulla classifica.

Queste ed altre curiosità le trovate ogni giorno all’interno del nostro sito World Wrestling dove curiamo il mondo del professional wrestling a 360°.