Triple H: "C'erano grandi piani per me sul ring di Wrestlemania 38"



by ROBERTO TRENTA

Triple H: "C'erano grandi piani per me sul ring di Wrestlemania 38"

Il 25 marzo scorso, Triple H ha annunciato il suo ritiro definitivo dal wrestling lottato. Non è stato proprio un fulmine a ciel sereno, visto che The Game si era allontanato dal ring negli ultimi anni ed in più nell'ultimo periodo aveva avuto anche grandi problemi di salute.

Il 14 volte campione del mondo è stato il principale artefice del ‘miracolo NXT’, avendo reso il marchio ‘Black and Gold’ una validissima alternativa agli show di Raw e SmackDown, salvo poi essere tutto snaturato dal vecchio Chairman WWE.

Nel settembre 2021, HHH si è sottoposto ad una delicata operazione a cuore aperto in seguito ad un evento cardiaco, per cui gli è stato impiantato un defibrillatore nel petto. Il lungo processo di riabilitazione lo ha indotto ad abbandonare il desiderio di tornare a lottare.

Adesso ho un defibrillatore nel petto, non mi sembra il caso di prendere rischi” – aveva confidato Hunter in una delle sue prime interviste dopo il ritorno. Il ‘Cerebral Assassin’ si è concesso una breve apparizione durante la seconda notte di WrestleMania 38, in cui ha salutato il WWE Universe e ha lasciato i suoi stivali al centro del ring, in segno di abbandono delle contese e del wrestling per la parte lottata.

Triple H vs Gable Steveson: ecco quali erano i piani della WWE per Wrestlemania 38

Nella sua ultima intervista, rilasciata ai microfoni di BT Sports per pubblicizzare l'evento che andrà in onda questa notte a Cardiff, Clash at the Castle, Triple H ha voluto anche parlare di quelli che sarebbero dovuti essere i suoi piani per Wrestlemania 38, se non fosse stato male, con il Triplo della WWE che ha raccontato:

"Tornando a Wrestlemania, il mio ritorno, dovevo fare qualcosa di grandioso ed inaspettato.

Ma adesso ho un defirillatore nel petto, il che mi impedisce di poter lottare chiaramente e quindi di poterlo fare a vita. Un sacco di persone mi hanno chiesto 'Sei arrabbiato per questo?' La risposta è no. C'erano dei piani per me, con qualcosa da fare a Wrestlemania e ne avevamo anche parlato a lungo.

Dovevo fare qualcosa con Gable Steveson, cercando di lanciarlo e fargli iniziare una fantastica carriera sul ring".

Triple H Wrestlemania