Jim Cornette: "Il ritorno di Johnny Gargano non mi ha convinto"

Triple H ha già dato il suo tocco creativo agli show

by Simone Brugnoli
SHARE
Jim Cornette: "Il ritorno di Johnny Gargano non mi ha convinto"

Nonostante siano trascorse solo poche settimane dall’addio di Vince McMahon, si sono già visti diversi cambiamenti importanti in WWE. Triple H ha infatti già dato il suo tocco creativo agli show, oltre ad aver favorito il ritorno in azienda di diverse star che erano state rilasciate.

Il 14 volte campione del mondo ha dimostrato di saperci fare anche nel backstage, essendo stato il principale artefice del ‘miracolo NXT’. HHH ha reso il marchio ‘Black and Gold’ una validissima alternativa agli show di Raw e SmackDown, avvalendosi del supporto del suo grande amico Shawn Michaels.

Fra i ritorni più attesi c’è stato quello di Johnny Gargano, che aveva lasciato la compagnia alla fine dello scorso anno per trascorrere più tempo con la sua famiglia. L’ex campione di NXT è apparso nell’ultima puntata di Raw alla Scotiabank Arena di Toronto ed è stato subito coinvolto in un segmento con Theory.

All’interno del podcast ‘Drive Thru’, l’ex manager della WWE Jim Cornette ha commentato il ritorno di Gargano.

Jim Cornette boccia Johnny Gargano

“Il ritorno di Johnny Gargano non è esattamente quello che si definisce un cambio di marcia” – ha esordito Cornette.

“Stiamo parlando di un ragazzo con un fisico comunissimo, una carnagione pallida, un viso poco attraente e con un comportamento abbastanza sciocco. Dal mio punto di vista, è stato un errore coinvolgere Theory in un segmento con il rientrante Gargano.

Dopo aver vinto la valigetta a Money in the Bank, Austin deve lavorare soltanto con i migliori talenti del roster. Soltanto così acquisirà la giusta credibilità agli occhi dei fan e degli addetti ai lavori.

Farlo interagire con un’ex stella di NXT appena tornata non è mi sembrata una grande idea” – ha aggiunto. Jim ha voluto dare qualche consiglio a Triple H: “Non può pretendere di cambiare l’intero prodotto tutto in una volta, altrimenti rischia di trasformare un programma di wrestling in un game show.

Dovrebbe iniziare a fare qualcosa di significativo con una superstar e andare avanti per gradi. Ancora non abbiamo visto un cambiamento radicale rispetto al passato”.

Jim Cornette Johnny Gargano Triple H
SHARE