Mark Henry sfata un mito su The Undertaker



by SIMONE BRUGNOLI

Mark Henry sfata un mito su The Undertaker

The Undertaker viene unanimemente riconosciuto come uno dei performer più iconici di tutti i tempi. Pochissimi wrestler sono riusciti ad avere un impatto così grande dentro e fuori dal ring. Il Deadman ha trasceso questo business, facendo breccia nel cuore di milioni di tifosi in ogni angolo del pianeta.

A meno di clamorosi e improbabili colpi di scena, il suo ultimo match resterà quello contro AJ Styles a WrestleMania 36. All’interno della docu-serie ‘The Last Ride’, il Becchino ha ammesso di non riuscire più a sostenere i ritmi richiesti dal wrestling professionistico e di non voler rovinare la sua immagine.

Il ‘Phenom’ si è ritirato ufficialmente alle Survivor Series 2020, laddove 30 anni prima era iniziata la sua leggendaria carriera. Poco prima di WrestleMania 38, Taker è stato inserito nella WWE Hall of Fame da Vince McMahon in persona.

In una recente intervista concessa a Sportskeeda, Mark Henry ha sfatato un grande mito che circolava su The Undertaker.

Mark Henry difende il Becchino

“The Undertaker ha sempre avuto un comportamento impeccabile sia dentro che fuori dal ring” – ha esordito Henry.

“Esigeva il rispetto, ma lo dava a sua volta. Ci sono molti atleti per cui il rispetto è una cosa a senso unico. Vogliono che tu li rispetti e che abbia paura di loro, ma Taker ragionava in modo diverso. Mark voleva essere rispettato e ricambiava quel rispetto.

Era amato da tutti nel backstage” – ha aggiunto. I fan sono rimasti sorpresi dalla scelta del Becchino di non menzionare Mick Foley durante il suo discorso di ingresso nella Hall of Fame. Qualche giorno fa, Mick è intervenuto per spegnere le polemiche: “Il caos è scoppiato dopo che mia figlia ha detto che il discorso di Taker era stato molto bello, ma che le sarebbe piaciuto se mi avesse citato.

Io non mi aspetto mai una cosa del genere. Tendo a guardare il bicchiere mezzo pieno nella vita. Non mi aspetto mai una menzione, ma è sempre bello quando succede. Sarebbe stato un gesto carino da parte sua. Al tempo stesso, non posso dire di essere deluso”.

The Undertaker