Rey Mysterio rivela chi gli piacerebbe affrontare a WrestleMania



by   |  LETTURE 1598

Rey Mysterio rivela chi gli piacerebbe affrontare a WrestleMania

Rey Mysterio sta vivendo una sorta di seconda giovinezza al fianco di suo figlio Dominik. Il 47enne di Chula Vista ha fatto la storia della WWE e del wrestling in generale, zittendo i suoi detrattori e affermandosi come una delle più grandi star dell’era moderna.

Oltre ad essere un tre volte campione del mondo, ha conquistato due volte l’Intercontinental Championship, due volte lo United States Championship, tre volte il titolo dei pesi leggeri, quattro volte il WWE Tag Team Championship e una volta lo SmackDown Tag Team Championship.

Rey è stato il 14° wrestler nella storia della WWE a completare il Grand Slam e il 21° a fregiarsi della Triple Crown. Nel corso di una recente intervista a ‘Inside the Ropes’, Mysterio ha rivelato che gli piacerebbe moltissimo affrontare Finn Balor a WrestleMania.

Da quando Balor si è unito al ‘Judgment Day’, la stable ha iniziato a prendere di mira i ‘Mysterios’.

Rey Mysterio adora Finn Balor

“Sarei felicissimo di lottare contro Finn Balor a WrestleMania.

Il caso vuole che stiamo lavorando assieme proprio in questo momento. Abbiamo creato una grande chimica nelle ultime due settimane” – ha raccontato Mysterio. “Gli auguro il meglio, perché è un bravissimo ragazzo e ha un talento non comune.

Lavora sodo ogni giorno e sta dimostrando al WWE Universe tutto il suo valore” – ha aggiunto. Rey ha speso belle parole anche per Logan Paul e The Miz: “Mi sono divertito tantissimo a lavorare con Logan a WrestleMania 38.

Paul è una star sui social ed è in grado di attirare un gran numero di spettatori. Mi auguro che resti in WWE il più a lungo possibile. La sua ultima performance contro The Miz a SummerSlam è stata incredibile.

Ha tutte le carte in regola per sfondare in questo business, quindi non vedo l’ora di assistere alla sua crescita. Per quanto riguarda The Miz, è uno di quei ragazzi che odi per via del suo personaggio, ma che non puoi non rispettare per la sua etica del lavoro. Mi tolgo la maschera al suo cospetto”.