Triple H ha grandissimi piani per il futuro della WWE



by   |  LETTURE 1442

Triple H ha grandissimi piani per il futuro della WWE

Nonostante sia passato quasi un mese dall’annuncio del ritiro di Vince McMahon, le acque non si sono ancora calmate. L’ormai ex Chairman della compagnia ha deciso di farsi da parte, dopo essere stato travolto da una serie di pesanti accuse.

Anche John Laurinaitis, uno dei suoi più stretti collaboratori ed ex responsabile delle relazioni con i talenti, è stato allontanato dall’azienda. Il posto di Vince è stato preso da sua figlia Stephanie e da Nick Khan, mentre Triple H è stato messo a capo del team creativo.

Il 14 volte campione del mondo, ritiratosi dal wrestling lottato poco prima di WrestleMania 38, ha già dato il suo tocco creativo agli show. The Game ha trasferito alcuni talenti di NXT nel main roster e ha favorito il ritorno in WWE di diverse superstar che erano state rilasciate.

Durante la ‘WWE Earnings Call’, Hunter ha rivelato di avere grandi piani per il futuro.

I piani di The Game

“L’opportunità di fronte a noi è davvero gigantesca. Il comparto creativo mi ha attratto fin dall’inizio della mia carriera in WWE.

Stiamo osservando attentamente ciò che funziona e ciò che non funziona fino al più piccolo dettaglio, in modo da offrire alla gente il miglior prodotto possibile” – ha dichiarato Triple H.

Il ‘Cerebral Assassin ha le idee chiare: “Vogliamo creare personaggi iconici, inserirli in trame mozzafiato e far sì che i fan rimangano a bocca aperta. Abbiamo una chance enorme e dobbiamo essere bravi a sfruttarla”.

All’interno del suo podcast, l’ex manager della WWE Jim Cornette ha dato alcuni consigli ad HHH: “Ancora non abbiamo visto un cambiamento radicale rispetto al passato. Ci sono stati diversi grandi ritorni nelle ultime settimane, ma non è sufficiente.

Tutti fanno le stesse cose di prima. Ho notato che gli angle sono stati amplificati ed esagerati, non ancora ai livelli della AEW, ma ci siamo vicini. Non si può pretendere di cambiare l’intero prodotto tutto in una volta, altrimenti si rischia di trasformare un programma di wrestling in un game show. Triple H deve iniziare a concentrarsi sulle singole superstar”.