Cesaro: "Sono contento di non aver vinto titoli mondiali in WWE"



by   |  LETTURE 1688

Cesaro: "Sono contento di non aver vinto titoli mondiali in WWE"

A metà febbraio il giornalista Mike Johnson del PWInsider aveva lanciato una notizia bomba su uno degli atleti ex WWE, Cesaro. Infatti il wrestler non aveva trovato un accordo per il rinnovo con la WWE, lasciando poco dopo la compagnia, una volta scaduto il contratto.

A confermarlo era arrivato anche il giornalista Sean Ross Sapp del sito Fightful attraverso un tweet, nella quale aggiungeva: “Possiamo confermare il report di PWInsider sul fatto che Cesaro ha lasciato la WWE”.

Di recente inoltre vi avevamo riportato che, dopo aver cambiato nome in CSRO, per via dei problemi legali sui nomi di proprietà della WWE, Cesaro sembrava non aver ancora trovato nessun posto ideale dove tornare a lottare, visto che diversi promoters lo avevano contattato per qualche apparizione qua e là nel mondo, ma nessuno sarebbe riuscito a trovare l'accordo economico giusto con lo Svizzero ex WWE.
Alla fine, come abbiamo visto sui teleschermi del ppv AEW Forbidden Door, CSRO è approdato sui ring della All Elite Wrestling, nella stable di William Regal, divenendo a tutti gli effetti un lottatore della compagnia rivale della WWE, dopo mesi di stop a casa sua, negli USA, con Cesaro che non aveva ancora preso parte a nessun evento live di compagnie indipendenti.

Dopo settimane in rampa di lancio con la AEW, Cesaro è riuscito a diventare anche campione mondiale della ROH, dopo che Tony Khan l'ha rilevata dal gruppo Sinclair.

Cesaro è contento di non aver mai vinto un titolo mondiale in WWE

Nella sua ultima intervista rilasciata ai microfoni di Busted Open Radio, il noto atleta svizzero ha lasciato i suoi ascoltatori abbastanza interdetti, quando ha affermato di essere contento di non aver mai vinto un titolo mondiale nella compagnia dei McMahon, dicendo:

"Se avessi vinto un titolo, giusto, sarebbe stata la fine per me, sapete cosa voglio dire? Sarebbe stato come 'Hey, ha vinto il titolo, adesso è veramente un buon wrestler, è tutto' e dopo di quello cosa sarebbe accaduto? Tutti quanti guardano sempre verso un obbiettivo, una destinazione, ma è il viaggio quello che conta, giusto? E' quello che c'è nel mezzo che è importante.

E' lì che ti fai degli amici, con cui crei dei ricordi e le persone se lo dimenticano. Sì, sarebbe stato fantastico e penso che sarei stato anche un grande campione. Ma se mi guardo indietro, ho avuto dei momenti grandiosi che non potreste costruire...

ho vinto la primo Andre The Giant Memorial Battle Royal che nessuno è riuscito a portarmi via ed io sono veramente orgoglioso di quello e sono molto contento anche delle persone che ho incontrato nel mio cammino lì...

Loro si ricorderanno di me come quello che non è mai stato campione ed io penso che è comunque un grande obbiettivo anche quello, ne sono contento"