Noam Dar rende omaggio a Shawn Michaels



by   |  LETTURE 840

Noam Dar rende omaggio a Shawn Michaels

Shawn Michaels ha fatto la storia della WWE e del wrestling in generale. Oltre ad essere un quattro volte campione del mondo, HBK si è aggiudicato il Royal Rumble match per due volte consecutive ed è stato il primo a completare il Grand Slam.

Il fuoriclasse di Chandler si è ritirato ufficialmente nel 2010, dopo aver perso contro The Undertaker a WrestleMania 26. L’anno successivo, è stato inserito con pieno merito nella WWE Hall of Fame. Dopo aver generato parecchi litigi nei primi anni della sua carriera, Shawn si è calmato ed è riuscito a farsi apprezzare dai colleghi e dagli addetti ai lavori.

Sospinto dal suo grande amico Triple H, Michaels ha iniziato a lavorare nel backstage con i giovani talenti di NXT e ha aiutato molti di loro ad esplodere. L’ex campione dei pesi massimi è attualmente uno dei capi del team creativo di NXT, oltre a svolgere il ruolo di producer.

Nel corso di una lunga intervista a Sportskeeda, la star di NXT UK Noam Dar ha rivelato che Shawn Michaels è stato fondamentale per la sua crescita.

HBK ha aiutato molti ragazzi

“Shawn Michaels è un genio assoluto” – ha esordito Dar senza giri di parole.

“I suoi consigli sono pepite di saggezza che possono cambiare la tua carriera da un momento all’altro. Sono stato fortunato a conoscerlo e non smetterò mai di ringraziarlo per l’aiuto che mi ha dato.

Abbiamo parlato una miriade di volte, specialmente quando sono arrivato per la prima volta a NXT UK. Mi ha aiutato ad aggiungere sostanza e profondità al mio personaggio, facendomi capire che dovevo fare un passo avanti anche a livello personale” – ha raccontato Noam.

Di recente, HBK ha parlato del suo lavoro a NXT: “Non credevo che – dopo essermi esibito sul ring per così tanti anni – sarei riuscito a trovare stimoli anche lavorando nel backstage. Aiutare i giovani talenti non è così facile come potrebbe sembrare.

Quando mettono piede in WWE, sono insicuri e spaventati. Io li supporto nel loro percorso, senza mai tradire la loro fiducia”.