Drew McIntyre è un avversario credibile per Roman Reigns?



by   |  LETTURE 2862

Drew McIntyre è un avversario credibile per Roman Reigns?

Roman Reigns ha resistito all’ennesimo assalto di Brock Lesnar a SummerSlam, il pay-per-view più importante dell’estate, ribadendo di essere il leader della WWE. Nonostante ‘The Beast Incarnate’ lo abbia messo a dura prova e sia arrivato a demolire il ring con un trattore, l’ex membro dello Shield ha portato a casa la vittoria mandando il pubblico in visibilio.

Roman sarà chiamato ad affrontare Drew McIntyre a Clash at the Castle, l’attesissimo evento che si svolgerà nel Regno Unito ad inizio settembre. La superstar scozzese ha sconfitto Sheamus a SmackDown la scorsa settimana, diventando così il nuovo number one contender per l’Undisputed WWE Universal Championship.

Sebbene lo Scottish Warrior si sia aggiudicato diversi match negli ultimi mesi, ha rimediato alcune sconfitte abbastanza sanguinose contro Big E e Bobby Lashley nel 2021. Ai microfoni di Sportskeeda, l’ex writer della WWE e della WCW Vince Russo ha criticato la federazione di Stamford per il modo in cui ha gestito McIntyre.

Drew McIntyre sfiderà il Tribal Chief

“La WWE ha commesso una serie di errori molto gravi nella gestione di Drew McIntyre. Non sarà facile renderlo un avversario credibile per Roman Reigns. Come ho già ripetuto un migliaio di volte, le storie sono importantissime nel wrestling.

Quando costruisci storie solide e credibili, non c’è bisogno di fare sfracelli sul ring. Ci sono sempre modi creativi per dare spettacolo” – ha affermato Russo. Vince ha lanciato una stoccata anche a Goldberg: “Io sono sempre stato un grandissimo fan dei Beatles.

Sono tatuati sul mio corpo in modo permanente e resteranno per sempre nel mio cuore. Al tempo stesso, trovo orribile che Paul McCartney continui ad andare in tournée a 80 anni. Non faccio che chiedermi cosa abbia nella testa e perché nessuno gli suggerisca di smettere.

Essendo l’ultima cosa che vedrò di lui, mi resterà impressa. Non so se Paul abbia bisogno di soldi, ma certamente sta facendo un danno enorme alla sua eredità. Lo stesso discorso vale per Goldberg”. La WWE sta provando a riorganizzarsi dopo il clamoroso addio di Vince McMahon.